Shopping nella capitale della raffinatezza. Guida ai negozi cult in giro per Milano - QdS

Shopping nella capitale della raffinatezza. Guida ai negozi cult in giro per Milano

Nicoletta Fontana

Shopping nella capitale della raffinatezza. Guida ai negozi cult in giro per Milano

venerdì 14 Gennaio 2011 - 00:00

Facendosi tentare dai saldi un week end a Milano sarà la scusa per scoprirne i segreti

In fila fuori dalle boutique del quadrilatero lasceremo solo chi non conosce la vera essenza di questa capitale della moda. Ci inoltreremo nella Milano delle “milanesi doc”, raffinata, segreta, understatement, e chic. Un rendez-vous immancabile sarà il tempio della moda: il 10 Corso Como, dove fashion, arte, design, ospitalità e cucina si fondono sotto la straordinaria visione e supervisione di Carla Sozzani. Due chiacchiere con Stefania, la direttrice per farci consigliare l’ultimo, esclusivo e magari limited edition capo di abbigliamento, al quale non potremo rinunciare.
Poco più in là High Tech, il creativo e innovativo gran bazar dallo stile tutto newyorkese, ma con marchi assolutamente milanesi come Bellora; impossibile uscire a mani vuote! Bellora si trova pure in Sicilia, a Palermo in Via Roma, 469 (ang. Via M. Stabile), Catania in Via Palmanova 1a-1b (ang. Via Jonio) e Capo d-Orlando (ME) in Via Crispi, 5.
In un nascosto cortile di Corso Magenta, nel piccolo salotto di Orsetta Mantovani troveremo non solo le sue personali creazioni, ma anche prodotti di giovani e talentuosi stilisti contemporanei.
Un must i montoni stile zarina e i loden rivisitati. In Via Solferino da “Le Solferine” si potranno trovare le scarpe prodotte e realizzate dalla designer Silvia Bertolaya, nonché proprietaria del brand: carattere sobrio e capace di un’eleganza senza eccessi. Oltre alla sua personale collezione molte le firme di calzature trendy come William e Freelance.
In Via Brera al numero 8, Massimo Alba, lo stilista milanese per eccellenza. Nelle sue creazioni si contempla l’essenza dello stile e del gusto di questa città. Raffinatissimi i lini dai colori tenui e scoloriti e stampe lavorate artigianalmente per essere uniche. Il suo cachemire, tinto con colori naturali proviene dall’Alashian, Mongolia ed è prodotto esclusivamente in Italia. Da non perdere!
I Marika in via Giovanni Morelli che dal 1979 si distingue per il tentativo ben riuscito che il “vestirsi” diventi un gioco il cui protagonista è la persona e non il capo di abbigliamento seguendo le esigenze del cliente che di volta in volta possono cambiare. La loro ultima collezione ha avuto anche il pregio di essere stata fotografata da Scott Schuman per The Sartorialist. Mimma Gini, in Via Santa Croce 21 veste le “alternative chic”, i colori audaci, le sete e i velluti dal sapore esotico rappresentano l’espressione del il gusto della proprietaria.
In un angolo della Milano barocca in Santa Marta 14, negli spazi di un vecchio convento trova spazio il nuovissimo concept store Uberta, un melting pot che spazia tra giocattoli retrò, abiti vintage e accessori realizzati da designer di super nicchia. Nascosto in un cortile in Via Varese al 4, Co Co è un luogo fuori dal comune, un open space dove si possono trovare abbigliamento e accessori creati e realizzati con cura artigianale e qualità sartoriale. I pantaloni a gamba larga sono ormai un classico, come le scarpe bicolore in camoscio.
Da Mariza Tassy, in Via Molino delle Armi n. 45 l’incessante ricerca di giovani creativi che poi trovano posto tra i brand più affermati è il fil rouge che lega stagione dopo stagione l’immagine di questo piccolo negozio super chic! Tra rose e palme e ciottolato in una casa ringhiera nel cuore di Brera, in Via Montebello, 14 trova spazio il piccolo show room di due eclettiche e raffinate signore Mary Heidrich e Caroline Guabello, ormai alla terza stagione creano scarpe su misura confortevoli e sofisticate, mai eccessive. Da vedere! Micky Tumb in Via San Giovanni sul Muro n. 12 per chi vuole essere glamour con poca spesa. Le donne che amano l’unicità non mancheranno l’appuntamento nel flagship store di Luisa Beccaria in Via Formentini 1, grande interprete di collezioni all’insegna del neoromanticismo, per i suoi raffinatissimi abiti in voile, sete e fiori dai colori pastello. A conclusione di questo tour dello shopping dove unicità, creatività ed esclusività definiscono chiaramente il mood dell’intimo gusto meneghino sarà d’obbligo entrare nel mondo di Anaconda, una gioielleria sobria dove i diamanti vengono tagliati “a rosa” e le colorazioni particolari dell’oro ci riportano a quella raffinata semplicità tutta milanese.

INFORMAZIONI UTILI
Dove dormire

Il Resentin (B&B in città)
Via Mercato, 24, 20121 Milano, Italia
www.resentin.it

3rooms – 10 Corso Como (Le camere di Carla Sozzani)
www.10corsocomo.com

Straf ( Hotel centralissimo, coniuga design e fashion)
www.straf.it

Dove mangiare
Biancolatte (Ultimo nato, pranzo veloce stile NYC)
www.biancolattemilano.it

La latteria (Trattoria tipica- si incontra la Milano cultural chic) Via San Marco 24, Tel. 02-6597653

California Bakery (Brunch della domenica), Piazza S. Eustorgio, 10

La Scaletta (glamour, buon gusto e atmosfera, ottimo il cibo), P.le Stazione Genova, 3 – Tel.02-43986316

Da Claudio (Ottimo ristorante di pesce al primo piano), Via Ponte Vetero,16 – Tel. 02 8056857

Happy Hour
N’ombra de vin (Nel cuore di Brera per un aperitivo tutto Milanese).

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684