Vendita a distanza e diritto di recesso per il consumatore - QdS

Vendita a distanza e diritto di recesso per il consumatore

Iole Gagliano

Vendita a distanza e diritto di recesso per il consumatore

venerdì 08 Aprile 2011 - 00:00

Dieci giorni per esercitarlo. Non è necessario il consenso dell’altra parte

CATANIA – La vendita di beni e servizi, conclusa tra un professionista ed un consumatore, mediante tecniche di comunicazione a distanza, è disciplinata dal Codice del Consumo (Dlgs 206/2005).
Tale regolamentazione si è resa necessaria, a tutela del consumatore, in quanto da alcuni decenni si acquistano vari prodotti- su internet, per telefono, fax – da venditori senza volto, con il pericolo che, spesso, il prodotto ricevuto non presenta le caratteristiche attese. Per tali contratti l’art. 64 del Cod. del Consumo prevede la possibilità di esercitare il diritto di recesso, ossia la possibilità, di una delle due parti contraenti, di recedere unilateralmente da un contratto, eliminando tutte le obbligazioni in esso contenute, senza alcuna penalità e senza specificarne il motivo, e, ancora, senza che l’altra parte dia il proprio consenso.
Per esercitare tale diritto il consumatore deve inviare, all’operatore commerciale, entro il termine di dieci giorni lavorativi – che per i beni decorrono dal giorno del loro ricevimento, se sono stati soddisfatti tutti gli obblighi di informazione o da quando questi obblighi sono stati soddisfatti, per i servizi dal giorno della conclusione del contratto o dal giorno in cui siano stati soddisfatti tutti gli obblighi di informazione – lettera raccomandata con avviso di ricevimento. è possibile, anche, inviare un telegramma, telex, posta elettronica o fax, a condizione che sia confermata mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento entro le quarantotto ore successive.
Qualora sia avvenuta la consegna del bene il consumatore è tenuto a restituirlo. Il termine per la restituzione del bene non può comunque essere inferiore a dieci giorni lavorativi decorrenti dalla data del ricevimento del bene. Ai fini della scadenza del termine la merce si intende restituita nel momento in cui viene consegnata all’ufficio postale accettante o allo spedizioniere. L’operatore commerciale è tenuto a rimborsare le somme pagate, comprese quelle versate a titolo di caparra, gratuitamente, nel minor tempo possibile ed in ogni caso entro 30 giorni dalla data in cui venuto a conoscenza dell’esercizio del diritto di recesso da parte del consumatore. La merce restituita deve essere integra.

Avv. Iole Gagliano
collegio dei professionisti di Veroconsumo

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684