Catania - Metro, l’ingombro dei cantieri preoccupa residenti e negozianti - QdS

Catania – Metro, l’ingombro dei cantieri preoccupa residenti e negozianti

Melania Tanteri

Catania – Metro, l’ingombro dei cantieri preoccupa residenti e negozianti

giovedì 02 Luglio 2009 - 00:00

Sulle opere di via Ventimiglia risponde il direttore dei lavori: “Sarà una rampa permanente”. Per la movimentazione dei mezzi, accordo col Comune per ridimensionare l’area

CATANIA – La costruzione della linea metropolitana di Catania, specialmente il tratto che congiungerà Corso Sicilia con la Stazione centrale, sta creando qualche problema ai residenti e ai commercianti delle zone “occupate” dai cantieri. Il vice presidente vicario del Consiglio Comunale Puccio La Rosa, a seguito di un incontro avuto con una rappresentanza di commercianti e residenti di Via Ventimiglia, con una nota urgente al Sindaco ha sollecitato la verifica delle procedure e delle autorizzazioni relativa al cantiere presente nell’area per il completamento della metropolitana.
“I cittadini lamentano – spiega La Rosa – come il cantiere presente su Via Ventimiglia, arrechi notevoli pregiudizi sotto molteplici aspetti, sicurezza pubblica, viabilità caotica, precarietà per l’igiene urbana, rumori molesti, preoccupanti zone d’ombra. I commercianti della zona, inoltre – afferma – denunciano un preoccupante decremento della propria attività lavorativa”. Secondo La Rosa, dunque, andrebbero verificate le ragioni che inducono al mantenimento del cantiere; “in particolare è stata chiesta la rimozione del cantiere tenuto conto che al momento – aggiunge – l’area in esame non sembra essere interessata da lavori di scavo ma semplicemente impiegata come zona di sgombro. Ecco perché – conclude il vicepresidente vicario del Consiglio Comunale – ho chiesto, nell’interesse della città, di verificare se sussistono gli elementi per chiedere la dismissione del cantiere, la restituzione dell’area e il ripristino dei luoghi come trovati così come indicato dall’art. 13 del regolamento comunale vigente in materia”.
In realtà, la galleria relativa al cantiere presente sulla via Ventimiglia è una rampa di discesa permanente per l’accesso in galleria dei mezzi di soccorso e pertanto sarà permanente. “L’opera è fondamentale per tutta la linea metropolitana di Catania – spiega Roberto De Pietro, Direttore dei Lavori – e per questo non potrà mai essere chiusa o eliminata, data l’importanza che ricopre, soprattutto in caso di guasto alla linea o di incidente. Il 30 giugno – continua – come avevamo assicurato, abbiamo ridotto i cantieri, ripristinato le due carreggiate, mantenendo solo ciò che non possiamo eliminare”. Per quanto riguarda poi l’area di movimentazione per la manovra dei mezzi, in accordo con l’ufficio traffico urbano, in seguito ad un sopralluogo, è stato stabilito che l’area sarà ridimensionata al massimo di quanto consentito per mantenere il cantiere in sicurezza.

Stesicoro-Stazione. Corso Sicilia chiuso e circolazione da riorganizzare
Quando si realizza un opera pubblica come la Metropolitana, è indubbio che la città e i cittadini siano costretti a subire disagi. Quando poi i lavori interessano un’arteria importante per la circolazione cittadina i disagi vengono estesi a tutta la popolazione. È il caso della costruenda tratta Stesicoro – Stazione centrale della metro di Catania che, dopo i cantieri di via Ventimiglia e di corso Martiri della Libertà, interesserà il Corso Sicilia, che quanto prima sarà chiuso al traffico proprio per permettere la prosecuzione dei lavori. E, mentre il Comune si sta muovendo per redigere un piano di circolazione volto a limitare al massimo i disagi, l’azienda Circumetnea e il Comune stanno procedendo alla realizzazione di una campagna di comunicazione per informare i cittadini riguardo all’opera. “Stiamo accelerando i lavori per colmare i ritardi – spiega De Pietro – ma abbiamo bisogno della collaborazione delle Istituzioni e dei cittadini per procedere speditamente e consegnare la linea alla città”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684