Difendersi dalla crisi investendo col Piano di accumulo di capitale - QdS

Difendersi dalla crisi investendo col Piano di accumulo di capitale

Massimiliano Anastasi

Difendersi dalla crisi investendo col Piano di accumulo di capitale

martedì 21 Giugno 2011 - 00:00

Accumulare un piccolo capitale negli anni senza gravare sul bilancio

PALERMO – Destinare ogni mese una parte dei propri redditi a qualche forma d’investimento è un modo di risparmiare che piace molto alle famiglie italiane. Si tratta di una scelta intelligente visto che permette di accumulare un piccolo capitale negli anni, senza pesare eccessivamente sul bilancio familiare.
Il Pac, acronimo di Piano di accumulo di capitale, rappresenta una valida strategia di investimento per chi non dispone di ingenti somme di denaro iniziali. Una forma di risparmio volta a costruire un capitale nel tempo da utilizzare in futuro per le più diverse finalità, come ad esempio l’anticipo per l’acquisto di un immobile o più semplicemente da destinare agli studi universitari dei propri figli.
Investire “a rate” è lo strumento giusto per difendersi dalla crisi. Il meccanismo che sta alla base di questa particolare forma di investimento consente di acquistare, in modo periodico e sistematico, delle quote di uno o più fondi comuni di investimento per un intervallo di tempo, in genere 10-15 anni, che viene definito all’inizio del piano. Stabilite le condizioni, il Pac procede in maniera autonoma. Investire piccoli importi a intervalli regolari, può rivelarsi nel lungo periodo una mossa vincente. Il Pac, infatti, funziona come un livellatore del rischio e permette nelle fasi di ribasso dei mercati finanziari di comprare quote di uno o più fondi comuni di riferimento a dei prezzi inferiori, così da mediare continuamente il prezzo d’acquisto.
Il rischio che si corre investendo in un’unica soluzione, non è solo quello di comprare al momento sbagliato, quando i prezzi sono alti, ma anche quello di non acquistare al momento giusto, cioè quando i prezzi sono bassi. Considerando che il valore delle quote di un fondo varia tutti i giorni in funzione delle oscillazioni dei mercati, questo sistema consente di investire senza l’ansia di dover scegliere il momento più favorevole, beneficiando, durante la fase di accumulo, proprio delle fasi di ribasso acquistando un maggior numero di quote. In questo modo è possibile nel lungo periodo ottenere guadagni più stabili e trasformare in positivo momenti apparentemente non favorevoli dei mercati finanziari, comprando a prezzi più vantaggiosi.
Un sistema semplice e accessibile a tutti, per risparmiare con regolarità e fare dell’investimento una vera e propria abitudine.

Massimiliano Anastasi
collegio dei professionisti di Veroconsumo

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684