Per le Sezioni civile e penale della Cassazione in Sicilia - QdS

Per le Sezioni civile e penale della Cassazione in Sicilia

redazione

Per le Sezioni civile e penale della Cassazione in Sicilia

mercoledì 04 Aprile 2012 - 13:00

L’assessore Gaetano Armao punta all’attuazione dell’articolo 23, comma 1 dello Statuto. Conferenza stampa domani per presentare lo schema di norme attuative

PALERMO – Recita l’articolo 23 dello Statuto della Regione Siciliana, al primo comma: “Gli organi giurisdizionali centrali avranno in Sicilia le rispettive sezioni per gli affari concernenti la Regione”. L’assessore Gaetano Armao intende dare , dopo 65 anni, attuazione a questa norma dello Statuto. Giovedì 5 aprile alle ore 11, infatti, Armao, presenterà ai giornalisti, nella sala conferenze della presidenza della Regione di Via Generale Magliocco, 46 i contenuti dello schema di norme attuazione dell’articolo 23 dello Statuto riguardante l’istituzione della Corte di Cassazione in Sicilia che sarà proposto formalmente nei prossimi giorni alla Commissione paritetica Stato-Regione che si è insediata ieri a Roma.
Ad oltre 65 anni dall’approvazione dello Statuto, infatti, l’articolo 23 – che prevede espressamente che gli organi giurisdizionali centrali debbano avere in Sicilia le rispettive sezioni per gli affari che concernono la Regione – ha trovato attuazione solo per quanto riguarda la Corte dei Conti e per il Consiglio di giustizia amministrativa.
La Regione formalizza così allo Stato – ed è la prima volta dall’entrata in vigore dello Statuto – la propria posizione per quanto concerne l’istituzione della sezione civile e di quella penale della Cassazione in Sicilia, con la finalità di ridurre il costo per l’accesso alla giustizia dei siciliani, in netta controtendenza con le scelte di incrementare i costi in tal senso sin qui adottate dal legislatore statale.
Il testo che sarà presentato è stato redatto su incarico della presidenza della Regione, con la collaborazione dell’Università di Palermo, ed è ha già ottenuto il parere dell’Ufficio legislativo e legale e l’apprezzamento della Giunta di governo.
Alla Conferenza stampa parteciperanno anche il professore Girolamo Monteleone, il Segretario generale della Presidenza della Regione Giovanni Carapezza Figlia ed il Presidente dell’ordine degli Avvocati di Palermo Francesco Greco.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684