Nel pubblico impiego, figli e figliastri - QdS

Nel pubblico impiego, figli e figliastri

Stiben Mesa Paniagua

Nel pubblico impiego, figli e figliastri

venerdì 04 Maggio 2012 - 00:00

Sprechi. Contratti dei regionali i più cari d’Italia.
Aumenti. Nella finanziaria regionale 2012, approvata la scorsa settimana, nuovi aumenti, in barba all’operazione di contenimento dei costi e di tagli alla spesa pubblica intrapresa da Monti.
Collocamento in disponibilità. Il rimedio agli esuberi, inserito nella L. 183/11 del collocamento in disponibilità con l’80% dello stipendio, non è stato contemplato dal legislatore regionale.

I numeri parlano da soli, basta andare nel sito del Conto annuale dello Stato e analizzare i dati ultimi pubblicati, relativi al 2010. Nel pubblico impiego ci sono figli e figliastri. I regionali, infatti, usufruiscono di contratti da privilegiati. Lo Statuto speciale è, infatti, diventato una scusa per trattamenti di favore, tanto ci siamo noi cittadini a pagare sempre. Mentre un dipendente della Regione ha una retribuzione complessiva media di 45.177 €, un dipendente di Ente locale prende 29.832 € e un ministeriale ancora meno, 28.382 € l’anno.
In sostanza, un regionale guadagna il 37,2% più di un ministeriale e, come se ciò non bastasse, quest’anno la finanziaria regionale ha dato il via libera ai rinnovi contrattuali fino al 2% di aumento. Tutto ciò in contrasto con l’orientamento al contenimento della spesa. Della serie: Monti commissaria la spesa, la Regione, invece, si adopera per andare in fallimento. (continua)

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684