Invalidi civili, i ritardi aiutano i furbi - QdS

Invalidi civili, i ritardi aiutano i furbi

Liliana Rosano

Invalidi civili, i ritardi aiutano i furbi

giovedì 17 Maggio 2012 - 00:00

Ritardi. Il cittadino onesto paga per i disonesti.
Denunce sul Blog QdS. “Ho effettuato la visita nel settembre 2010, oggi è l’11 aprile 2012 e non ho ricevuto nulla” uno dei tanti esempi dei ritardi denunciati.
Falsi invalidi. In Sicilia nel 42% dei controlli scoperte pensioni non dovute. In Campania la truffa all’Inps di 2 milioni €: falsi invalidi per approvviggionare la camorra.

Claudio Bisio, il protagonista di “Benvenuti al Sud”, nella parte del direttore delle Poste che si finge invalido per ottenere dei vantaggi, non è una figura lontana dalla realtà. Solo che in quel caso viene scoperto e punito. Nella realtà i falsi invalidi imperversano, mentre i veri invalidi aspettano anche un anno e mezzo prima che gli venga riconosciuta la pensione di invalidità civile. Ieri, la Sezione reati contro la Pubblica Amministrazione della Procura della Repubblica di Napoli ha fatto emergere l’ipotesi che i proventi delle false pensioni di invalidità possano costituire addirittura un canale di approvvigionamento economico per i gruppi camorristici.
In Sicilia, il 42% dei controlli su finte invalidità ha dato esito positivo. Ricordiamo i 22 avvisi di garanzia di febbraio scorso della Procura di Marsala per false cartelle cliniche. (continua)

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684