Ridotti a 4 i Consorzi di ripopolamento ittico - QdS

Ridotti a 4 i Consorzi di ripopolamento ittico

redazione

Ridotti a 4 i Consorzi di ripopolamento ittico

martedì 22 Maggio 2012 - 00:00
Ridotti a 4 i Consorzi di ripopolamento ittico

Ce ne sarà uno solo per ogni fascia costiera. L’assessore alla Risorse agricole Elio D’Antrassi spiega la riorganizzazione decisa dall’ultima Finanziaria. Intanto sono stati nominati 6 commissari straordinari in attesa del riordino generale

PALERMO – “Degli undici consorzi di ripopolamento ittico ne rimarranno solo quattro, un solo consorzio per ciascuna fascia costiera”.
Ad anticiparlo è l’assessore alle Risorse agricole e alimentari della Regione Siciliana, Elio D’Antrassi, che ha nominato sei commissari straordinari, dopo gli accertamenti delle violazioni degli enti, per assicurare la gestione amministrativa degli enti esistenti nell’attesa di un riordino generale. Una riorganizzazione che dovrà essere effettuata entro 60 giorni dalla pubblicazione della legge finanziaria, che ha previsto la soppressione di molti consorzi.
Questi i commissari: Sabbatino Donatella per i due consorzi, “Golfo di Patti” e “Eolie”, Fausto Piazza per “Golfo di Catania” e “Peloritani ionici2, Bernardo Campo per “Agrigento1” e “Taormina”, Giovanni Rovito per “Villafranca-Pace del Mela” e “Nebrodi”, Sebastiano Bellanti per “Golfo di Gela” e “Golfo di Siracusa”, Vincenzo Lo Castro per il consorzio “Golfo di Castellamare”. I quattro consorzi di ripopolamento ittico che saranno confermati con il decreto di riordino cambieranno in “Consorzi di gestione e ripopolamento di fascia costiera”, i sette non confermati saranno liquidati con modalità stabilite di concerto con l’assessore regionale per l’Economia.
Il nuovo asset prevede la riduzione di questi enti in nuovi organismi geograficamente ed omogeneamente individuati nelle zone: costa ionica, da Capo Peloro a Capo Passero; costa meridionale, da Capo Passero a Capo Lilibeo, isole Pelagie e Pantelleria; costa eoliana, da Foce del fiume Pollina a Capo Peloro e isole Eolie; costa tirrenico-occidentale, da Capo Lilibeo a Foce del fiume Pollina, isole Egadi e Ustica. L’assessore D’Antrassi spiega: “Abbiamo avviato una nuova fase.
Non si tratta solo di rimuovere gli sprechi passati, ma di intervenire radicalmente per una riorganizzazione generale. A cominciare dalla definitiva attribuzione delle competenze di questi consorzi per ricondurli a un contesto di governance che sia espressione di principi di razionalizzazione della loro attività e del contenimento della spesa”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684