Aci, a concorso 242 posti a tempo indeterminato - QdS

Aci, a concorso 242 posti a tempo indeterminato

Elettra Vitale

Aci, a concorso 242 posti a tempo indeterminato

venerdì 29 Novembre 2019 - 00:00
Aci, a concorso 242 posti a tempo indeterminato

Bando pubblicato nella Guri n. 97 dello scorso 5 novembre, versione integrale sul sito ufficiale www.aci.it. La ricerca riguarda diversi profili, domande esclusivamente in forma telematica entro il 5 dicembre

ROMA – L’Automobile Club d’Italia ha indetto un concorso pubblico per la selezione di 242 profili laureati. L’avviso è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale, serie Concorsi, n.87 dello scorso 5 novembre ma il bando completo è consultabile sul sito www.aci.it nella sezione pubblicità legale/bandi di concorso. I soggetti selezionati verranno inquadrati nell’area C, livello economico C1, con contratto a tempo indeterminato. La scadenza per presentare la richiesta di partecipazione è stata fissata per le ore 12:00 del 05 Dicembre 2019.

Posti disponibili
I 242 posti messi a concorso attengono a numerosi settori e, più nel dettaglio, sono previsti:
– 200 posti per il profilo amministrativo;
– 8 posti otto posti per risorse con competenze in materia di contrattualistica;
– 8 posti per risorse con competenze in materia di contrattualistica pubblica;
– 8 posti per il settore reporting e controllo di gestione;
– 4 posti per il settore web comunication e social media;
– 4 posti per risorse con competenze in materia di gestione di fondi europei;
– 5 posti per la contabilità pubblica;
-10 posti per l’analisi di organizzazione e processi amministrativi;
– 3 posti per risorse da avviare nel settore di politiche del turismo e di turismo nel settore automotive.

Requisiti di ammissione
Per poter accedere alla selezione sarà necessario essere in possesso di alcuni requisiti generici quali:
– La cittadinanza italiana o la cittadinanza di altro Stato membro dell’Unione europea;
– L’idoneità fisica allo svolgimento delle funzioni cui il concorso si riferisce;
– Il godimento dei diritti civili e politici;
– Non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una Pubblica amministrazione;
– L’assenza di condanne penali che rendono impossibile un rapporto di impiego con la Pubblica Amministrazione.

Per i 200 posti disponibili per il profilo amministrativo sarà sufficiente aver conseguito la laurea magistrale, laurea specialistica o ancora, il diploma di laurea vecchio ordinamento, in qualsiasi indirizzo. Per i restanti 42 posti, invece, sono richiesti titoli di studio accademici in settori specifici, come evidenziato nei singoli bandi e, in particolare:
– Giurisprudenza ed Economia per i tre settori di contrattualistica generica, contrattualistica pubblica e organizzazione e processi amministrativi;
– Economia per il settore reporting e controllo di gestione e contabilità pubblica;
– Scienze della comunicazione per soggetti competenti in web comunication e social media;
– Economia, Giurisprudenza o Lingue Straniere per il settore gestione di fondi europei;
– Promozione e gestione del turismo, Scienze del turismo e comunità locale, Economia e management del turismo per le risorse da avviare nel settore politiche del turismo e automotive.

Prove di selezione
Nel caso di un numero eccedente di domande rispetto ai posti disponibili è prevista una prova selettiva, della durata di 60 minuti, che consisterà in 120 quesiti a risposta multipla sulle seguenti discipline: cultura generale, lingua inglese, diritto amministrativo e civile, informatica (con particolare riferimento agli strumenti di office automation) e, infine, quesiti di carattere attitudinale volti a valutare le capacità logiche deduttive e linguistiche del candidato. Va detto inoltre che, per la preselezione sarà pubblicata una banca dati da cui saranno estratti i quesiti oggetto della prova d’esame.
Seguiranno due prove scritte, di cui una teorica e una pratica e, infine, un esame orale il cui contenuto sarà differenziato a seconda del profilo prescelto in fase di domanda di partecipazione (tutti i dettagli sono consultabili nei bandi relativi ai singoli profili presenti sul sito www.aci.it alla voce “Bandi di concorso”).
Le fasi di selezione appena citate si svolgeranno a Roma e, entro il 31 gennaio 2020, sul sito ufficiale Aci verrà comunicato il diario delle prove e l’avviso della pubblicazione della banca dati.

Come presentare domanda
La richiesta di ammissione alla selezione dovrà essere compilata e trasmessa esclusivamente in via telematica all’indirizzo Concorsi Aci – Login entro e non oltre le ore 12:00 del 05 dicembre 2019.
Cliccando sul link precedentemente citato si aprirà una pagina contenente il collegamento: “Accesso utente procedura concorso”. A questo punto sarà necessario registrarsi per creare un proprio account personale.
Nel caso in cui si volesse concorre per più profili, sarà necessario compilare una sola domanda, selezionando, all’interno della stessa, le caselle corrispondenti alle proprie scelte.
Per qualsiasi ulteriore dettaglio, sulla pagina dedicata al concorso è allegato il documento con le “Istruzioni operative” per la compilazione e l’invio della domanda.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684