Aci Bonaccorsi, sfugge all'Alt e lancia droga dal finestrino, arrestato - QdS

Aci Bonaccorsi, sfugge all’Alt e lancia droga dal finestrino, arrestato

web-mp

Aci Bonaccorsi, sfugge all’Alt e lancia droga dal finestrino, arrestato

web-mp |
sabato 10 Luglio 2021 - 14:13

Dopo l'inseguimento tra le vie del centro di Aci Bonaccorsi, la fiat Panda con a bordo il malvivente è stata raggiunta, nel territorio di Valverde. Il 47enne aveva circa grammi di cocaina

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Acireale, con il supporto dei colleghi del Nucleo Radiomobile e della Stazione di Aci Sant’Antonio, hanno arrestato un un 47enne di Aci Bonaccorsi perché responsabile di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio e resistenza a pubblico ufficiale.

Nell’ambito
delle attività finalizzate a garantire il rispetto delle norme del Codice della
Strada i militari, nella tarda serata, avevano predisposto alcuni posti di
controllo nei punti nodali del territorio del comune di Aci Bonaccorsi.

In
particolare però, una pattuglia posta sulla via per Aci Bonaccorsi aveva
imposto l’alt al conducente di una Fiat Panda, il quale ha dapprima dato
l’impressione di ottemperare ma, subito dopo, ha accelerato dandosi alla fuga
in direzione di Valverde.

Immediatamente
è scattato l’inseguimento dei militari al quale hanno partecipato anche gli
altri equipaggi che, per il medesimo servizio, già si trovavano nella zona.

La
folle fuga del conducente della Panda, con grave pericolo per pedoni e veicoli
in transito, ha avuto fine nel territorio di Valverde e precisamente in via
Delle Ginestre, non prima però che quest’ultimo avesse tentato il tutto per
tutto lanciando un involucro dal finestrino del passeggero.

I
militari lo hanno così bloccato e perquisito, nonché tempestivamente recuperato
quella busta che è poi risultata contenere circa 220 grammi di purissima
cocaina in pietra.

A
seguito della perquisizione estesa anche all’abitazione bonaccorsese dell’uomo
ed all’annesso garage, i militari hanno ulteriormente rinvenuto la somma di 910
euro ritenuta provento dello spaccio, il materiale utilizzato per il
confezionamento delle singole dosi e, infine, ben 155 confezioni di farmaci
dopanti per uso umano il cui utilizzo, forse, potrebbe invece avere una
destinazione per uso veterinario.

L’uomo è
stato posto agli arresti domiciliari in attesa della celebrazione del rito
direttissimo.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684