Affitti e mutui, in Sicilia il quaranta per cento di famiglie in difficoltà - QdS

Affitti e mutui, in Sicilia il quaranta per cento di famiglie in difficoltà

redazione

Affitti e mutui, in Sicilia il quaranta per cento di famiglie in difficoltà

venerdì 30 Ottobre 2020 - 00:00
Affitti e mutui, in Sicilia il quaranta per cento di famiglie in difficoltà

La denuncia dei sindacati inquilini Sunia, Sicet e Uniat regionali: criticità che risalgono alla prima ondata Covid. “Disagio abitativo sembra essere ignorato da Regioni e Comuni, eppure le risorse a disposizione ci sono”

PALERMO – “Famiglie siciliane sempre più in difficoltà nel far fronte ad affitti e mutui”.

È quanto denunciano i sindacati inquilini Sunia, Sicet e Uniat regionali, rendendo noto che “almeno il 40% delle famiglie ha denunciato questa difficoltà già dopo la prima ondata della pandemia”.
“Il problema adesso è che a differenza di quello che accade in tante Regioni, dove il sostegno all’abitare si concretizza in azioni che mitigano il pericolo sfratti con ottimi risultati, il tema del disagio abitativo sembra essere ignorato dalla Regione Sicilia e dai Comuni”, dichiarano Giusy Milazzo del Sunia, Santo Ferro di Sicet, e Giovanni Sardo di Uniat.

“Il Governo nazionale – ricordano i sindacati inquilini – ha stanziato a questo riguardo circa 15 milioni di euro e sono le somme che la Regione sta per distribuire ai Comuni. Mentre ammontano a 7 milioni e 700 mila euro le somme per il contributo affitto 2018 per la cui assegnazioni si aspetta a giorni la graduatoria”.

“Le risorse a disposizione dunque ci sono, anche se non del tutto sufficienti – affermano Milazzo, Ferro e Sardo -, occorre però trovare metodi che ne velocizzino l’erogazione ai tanti che rischiano di perdere la casa e restare senza un tetto, anche considerando che, secondo la normativa attuale, il blocco degli sfratti si conclude a fine dicembre”.

I sindacati inquilini fanno sapere di avere avanzato proposte in merito e chiesto un incontro alla Regione. “I Comuni d’altro canto – rilevano Sunia, Sicet e Uniat – tra lavoro in remoto e farraginosità delle procedure in alcuni casi non hanno neanche emanato i bandi. Siamo convinti che la straordinarietà della situazione e la gravità delle difficoltà delle famiglie – sottolineano Milazzo, Ferro e Sardo – richiedano la semplificazione dei passaggi superando anche i bandi ed erogando direttamente il contributo sui conti correnti degli aventi diritto”.

I sindacati chiedono anche che si affronti il tema di una nuova offerta edilizia pubblica: “Aumentare l’offerta di alloggi – sostengono – è oggi l’obiettivo che la crescita della povertà e delle difficoltà delle famiglie impone di raggiungere, utilizzando al meglio le risorse disponibili e ridisegnando per migliaia di famiglie un futuro abitativo sostenibile. Siamo convinti che bisogna fare presto e che non sia più tempo di promesse vuote”.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684