Agenda digitale, per Savona, è una grande opportunità. Le carenze dell'Arit - QdS

Agenda digitale, per Savona, è una grande opportunità. Le carenze dell’Arit

redazione

Agenda digitale, per Savona, è una grande opportunità. Le carenze dell’Arit

mercoledì 23 Ottobre 2019 - 09:09

“Analizzate in commissione le prospettive di sviluppo digitale con la nostra regione protagonista di una modernizzazione dei servizi informatici per agevolare quotidianamente i cittadini siciliani”.

Lo ha detto il presidente della commissione Bilancio dell’Ars, Riccardo Savona, dopo l’audizione del dirigente generale dell’Arit Vincenzo Falgares.

“Dalla relazione – ha detto Savona – si evince che i fondi dell’Agenda digitale in Sicilia possono dare un netto contributo positivo nel miglioramento generale dei servizi per i siciliani. Già sono partiti due megaprogetti sulla banda larga che hanno coperto il 72% delle aree bianche dell’isola, 142 comuni che non avevano avuto accesso all’information technology di ultima generazione. In più è partito l’appalto per la banda ultralarga con le relative concessioni per la costruzione di questa linee che possono girare fino a cento mega che copriranno a regime tutta la nostra isola”.

Tanti i progetti: dalla creazione di un portale dei servizi sanitari regionalizzato (Sovracup) che porterà entro maggio 2021 alla dematerializzazione della ricetta rossa, al portale integrato turistico, dal portale delle biblioteche regionali e allo sviluppo accessibile ed informatico dei poli museali.

“Gli interventi di best practice – ha spiegato Savona – avranno reflussi positivi anche negli enti locali con la messa in rete dello sportello telematico delle unità abitative, con l’evoluzione del sistema contabile e analitico della pubblica amministrazione che tendono a un’accelerazione dei servizi con strutture amministrative e gestionali moderne e con la valorizzazione della risorsa umana”.

Inoltre ci sarà un portale regionale unico dei servizi che mette in rete il ciclo delle performance per un rafforzamento digitale e multifunzionale che aiuterà l’accesso dei cittadini alla trasparenza e faciliterà l’utilizzo di informazioni e dati, salvaguardando la cyber-sicurezza e i dati sensibili.

“Già la regione ha raggiunto con open data le prescrizioni e le linee guida del nuovo codice digitale della pubblica amministrazione, i dati a oggi sono al 46% e continuano a crescere” ha concluso Savona.

Nella relazione Falgares ha sottolineato che l’Autorità regionale per l’innovazione tecnologica ha un esiguo numero in dotazione organica: appena 24 dipendenti, con soli 12 funzionari, alcuni di essi prossimi alla pensione.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684