Alga rossa mette a rischio coltivazioni del trapanese - QdS

Alga rossa mette a rischio coltivazioni del trapanese

web-la

Alga rossa mette a rischio coltivazioni del trapanese

web-la |
mercoledì 23 Giugno 2021 - 12:49

Rubinetti chiusi da marzo per coltivazioni e allevamenti in una vasta zona del Trapanese. Tutta colpa della cosiddetta alga rossa (Planktothrix rubescens) potenzialmente tossica, che ha avuto una “abnorme proliferazione” nella diga Rubino, come rilevato dall’Arpa, lasciando a secco un’area compresa tra i Comuni di Trapani, Paceco, Salemi e Marsala. Qui si trovano numerosi allevamenti e colture ortive, come quella del melone giallo, in piena maturazione.

Lo stop all’erogazione dell’acqua imposto dall’Arpa per uso irriguo e per il consumo negli allevamenti si protrae ormai da 4 mesi. “Una scelta sicuramente giusta visto che è a rischio la salute – commenta Nino Cossentino, presidente della Cia Sicilia Occidentale – ma che al contempo sta danneggiando gli agricoltori. Oltre alle colture ortive, sono a rischio adesso vigneti e uliveti, gli agricoltori stanno già subendo un danno economico enorme, visto che l’acqua viene razionata con le autobotti e non basta certo a soddisfare le esigenze di migliaia di ettari in piena operosità”. In soccorso delle campagne arrivano le autobotti dell’Ispettorato dell’Agricoltura di Trapani, che finora si è sobbarcato il problema sulle sue spalle. Ma, spiegano alcuni produttori Cia, non può bastare in questo periodo caratterizzato, tra l’altro, da un forte innalzamento delle temperature. “Chiediamo al Prefetto di attivarsi per mettere insieme le energie necessarie a contrastare questa che sta diventando una calamità e che, se non si troveranno soluzioni, avrà conseguenze sul tessuto economico locale”.

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684