Alis alla Consulta per le politiche delle infrastrutture e della mobilità sostenibile - QdS

Alis alla Consulta per le politiche delle infrastrutture e della mobilità sostenibile

web-iz

Alis alla Consulta per le politiche delle infrastrutture e della mobilità sostenibile

web-iz |
martedì 22 Giugno 2021 - 12:04

Si sono svolti dal 16 al 18 giugno i lavori della Consulta per le politiche delle infrastrutture e della mobilità sostenibile. ALIS ha preso parte alle sessioni di questo tavolo fortemente voluto dal ministro Enrico Giovannini.

“Abbiamo molto apprezzato – ha dichiarato Marcello Di Caterina, vicepresidente di ALIS – l’impostazione, il metodo e l’approccio pragmatico condotti dai vertici del ministero. Ricondurre ad unità insieme ad associazioni e parti sociali temi complessi come la sicurezza dei trasporti, la rigenerazione urbana, il sistema degli appalti, le clausole sociali e l’occupazione femminile e giovanile non era un lavoro semplice. Va dunque messo in evidenza lo sforzo ed il lavoro di sintesi portato avanti dal Ministro Giovannini e dal suo staff “

ALIS, nell’evidenziare le singole complessità riferite alle numerose questioni legate alla sicurezza dei trasporti e alla necessità che la geografia infrastrutturale del Paese segua il passo del mercato dove operano i privati che stanno investendo ingenti risorse per favorire la transizione green,  ha sottolineato l’importanza strategica di continuare a favorire lo spostamento delle merci dalla strada al mare e dalla strada al ferro anche per ridurre significativamente i trend legati all’incidentalità. In questa direzione l’aumento della capienza economica delle misure incentivanti Marebonus e Ferrobonus, volte proprio a sottrarre mezzi pesanti dalla nostra rete viaria con indiscussi benefici economici, ambientali e di sicurezza, è quantomai urgente. 

“I temi della sostenibilità e della semplificazione normativa – conclude Di Caterina – sono stati i comuni denominatori degli incontri di questi giorni e sono apparsi centrali nelle politiche del Governo. La nostra associazione, dunque, non può che condividere e perseguire la strada tracciata dal Ministro, auspicando che le proposte avanzate da ALIS durante i dibattiti si traducano presto in norme di legge volte a favorire lo sviluppo sostenibile del comparto dei trasporti e della logistica”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684