All’Ismett di Palermo bimbo di 7 mesi salvato con un trapianto di fegato - QdS

All’Ismett di Palermo bimbo di 7 mesi salvato con un trapianto di fegato

redazione

All’Ismett di Palermo bimbo di 7 mesi salvato con un trapianto di fegato

giovedì 13 Agosto 2020 - 12:13

Una corsa contro il tempo per salvare Mattia (nome di fantasia, ndr), un bimbo siciliano di quasi sette mesi e di appena 7 chili di peso. Il piccolo è stato trapiantato in Ismett lo scorso 30 luglio e, dopo appena due settimane, sta per essere dimesso. Nato con una malattia rara, un’atresia delle vie biliari che causa l’ostruzione dei dotti biliari e che fa smettere di funzionare il fegato, Mattia non aveva più altre possibilità di guarigione a parte il trapianto di fegato. Da qualche settimana, le condizioni sempre più critiche del piccolo avevano portato i medici di Ismett ad iscriverlo in lista per trapianto.
Per cercare di ovviare alla scarsità cronica delle donazioni era stata anche valutata l’opzione del trapianto da vivente. L’iter di valutazione era stato già avviato e il padre era stato ritenuto compatibile, ma per poter donare doveva necessariamente perdere peso, 15 i chili che separavano il padre di Mattia dal traguardo.
Un percorso ad ostacoli che ha trovato il lieto fine grazie ad una donazione che si è resa disponibile presso l’Arnas Civico di Palermo. Il gesto di generosità della famiglia che ha acconsentito al prelievo degli organi ha, infatti, permesso di dare una nuova speranza al piccolo Mattia.

Si è trattato di un intervento tecnicamente molto complesso. La difficoltà maggiore è stata quella di adattare le dimensioni del fegato prelevato a quelle del bambino. Il donatore era, infatti, una persona adulta e per poter garantire l’opzione del trapianto al piccolo paziente di Ismett è stato necessario eseguire un doppio split, ovvero una doppia divisione del fegato. La prima divisione è stata eseguita al momento del prelievo ovvero in situ, secondo la procedura che si segue normalmente: i due lobi epatici vengono divisi e mentre il destro viene trapiantato in un paziente adulto, il sinistro (la parte più piccola) in un bambino. Il prelievo è stato eseguito da uno dei chirurghi di Ismett, Calogero Ricotta.
La seconda divisione è avvenuta, invece, ex situ ovvero in sala operatoria mentre il lobo epatico era custodito nel ghiaccio. In questa seconda fase, i chirurghi di Ismett hanno riadattato l’organo prelevato alle dimensioni estremamente ridotte del piccolo Mattia.
Le condizioni del bimbo sono buone. Il fegato trapiantato ha ripreso a funzionare bene subito ed il bambino ha iniziato a riprendere peso.
Il bimbo ha trascorso le ultime settimane presso il reparto di Pediatria di Ismett dove è stato seguito da un team multidisciplinare composto dal team chirurgico già presente in sala e dai pediatri (Marco Sciveres, Francesco Cirillo, Silvia Riva e Serena Abbate).

Ismett si conferma centro di riferimento per quanto attiene i trapianti addominali anche nei pazienti pediatrici più piccoli, utilizzando tutte le tecniche disponibili. Sono già 14 i trapianti eseguiti da inizio anno sui bambini. La struttura palermitana è, inoltre, il centro con il programma di trapianto pediatrico da vivente più attivo in tutta Italia.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684