Ambiente, a Lampedusa un albero per ogni abitante - QdS

Ambiente, a Lampedusa un albero per ogni abitante

redazione web

Ambiente, a Lampedusa un albero per ogni abitante

domenica 22 Dicembre 2019 - 10:35

Il sindaco Martello, ne pianteremo 6.500 perché vogliamo ripristinare il contesto naturale dell'isola facendola ritornare un'eden. Cioè com'era dopo il disboscamento selvaggio e la desertificazione causate dalle decisioni di Ferdinando II re delle due Sicilie

Un albero per ciascuno degli abitati di Lampedusa: sono 6.500 gli alberi di carrubo, pino e oleandro che saranno piantati nella zona di ponente, dall’Albero del Sole fino al Muro Vecchio, lungo circa un chilometro e mezzo.

“Vogliamo ripristinare – ha spiegato il sindaco Totò Martello – quella vegetazione che molti anni fa era parte integrante del contesto naturale dell’isola”.

Lampedusa, infatti, fino alla prima metà dell’Ottocento era ricoperta da grandi boschi.

Nel 1843 nell’Isola, che era un vero e proprio eden, giunse, inviato da Ferdinando II, re delle due Sicilia, il governatore Bernardo Sanvisente, che, alla guida di centoventi coloni, eresse sette palazzi, case e strade, frantoi, magazzini, piccoli stabilimenti per la lavorazione del pesce e un cimitero.

Poi però Ferdinando, con l’opposizione di Sanvisente, che si dimise, autorizzò la produzione del richiestissimo carbone vegetale, acconsentendo al disboscamento indiscriminato di Lampedusa. Le coltivazioni, sempre più esposte ai forti venti, deperirono e l’isole si desertificò diventando rocciosa e brulla.

“I lampedusani e Lampedusa sono un tutt’uno – ha spiegato il Sindaco – e dare in adozione un albero per ciascun abitante è un modo per rendere ancora più forte questo legame”.

Le prime cento piante sono già state messe a dimora e nei prossimi giorni il lavoro proseguirà fino alla messa in posa di tutti gli alberi, donati dall’Azienda forestale dell’assessorato regionale all’Agricoltura.

“Ringrazio – ha concluso Martello – il dirigente generale Mario Candore e l’assessorato all’Agricoltura per l’impegno profuso in questa iniziativa. Lampedusa è conosciuta in tutto il mondo per le sue spiagge e per il suo mare cristallino ma la nostra isola può offrire molto altro”.

Un commento

  1. Marina ha detto:

    Mi sembra un’idea fantastica……. Se sono rose…. Fioriranno……

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001