Ars, contributi ai ristoranti che usano materie prime locali - QdS

Ars, contributi ai ristoranti che usano materie prime locali

redazione web

Ars, contributi ai ristoranti che usano materie prime locali

sabato 26 Dicembre 2020 - 10:57
Ars, contributi ai ristoranti che usano materie prime locali

Un disegno di legge Attiva Sicilia prevede trenta milioni di fondo per gli chef che utilizzano prodotti di filiere agricole e alimentari siciliane, con priorità per quelle a marchio Dop e Igp e per quelle a rischio di spreco



Un contributo a fondo perduto per sostenere le imprese del settore della ristorazione che acquistano e usano prodotti di filiere agricole e alimentari valorizzando materie prime siciliane (con priorità per quelle a marchio Dop e Igp ;e per quelle a rischio di spreco).

Lo prevede un disegno di legge presentato dal gruppo di Attiva Sicilia all’Ars firmato da Angela Foti, Matteo Mangiacavallo, Elena Pagana, Valentina Palmeri e Sergio Tancredi.

Il contributo è rivolto alle aziende in attività e domiciliate fiscalmente in Sicilia che operano nei settori: ristorazione con somministrazione, mense, catering e alberghi (limitatatamente alle attività di somminitrazione di cibo).

Il ddl prevede uno stanziamento per la misura di trenta milioni di euro e una durata di tre anni.

“La ristorazione – spiega Angela Foti, vicepresidente dell’Ars e componente di Attiva Sicilia – è tra i settori maggiormente colpiti dalla pandemia. A causa di chiusure, coprifuoco e sospensione degli eventi, ristoranti, catering e altre attività sono in ginocchio. Ma a soffrire è tutta la filiera della produzione agroalimentare. Per questo il ddl non si limita a dare un contributo alle imprese ma lo vincola all’acquisto di prodotti siciliani di qualità, in modo che il sostegno economico possa generare una ripresa di tutta la filiera: da chi coltiva a chi trasforma, fino a chi mette il cibo nei piatti”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684