Bambini, il pericolo è tra le mura di casa. Il primo “nemico”? I genitori: gli spigoli - QdS

Bambini, il pericolo è tra le mura di casa. Il primo “nemico”? I genitori: gli spigoli

redazione

Bambini, il pericolo è tra le mura di casa. Il primo “nemico”? I genitori: gli spigoli

venerdì 26 Giugno 2020 - 00:00
Bambini, il pericolo è tra le mura di casa. Il primo “nemico”? I genitori: gli spigoli

Indagine all’interno del progetto “Home safe home” di Moige per la sicurezza domestica. Cambia la percezione del rischio: sette anni fa facevano più paura i detersivi

ROMA – L’82% dei genitori dichiara che al proprio bambino è capitato di farsi male in casa, soprattutto nei primi 24 mesi di vita. Cosa che genera una certa ansia, in particolare tra le mamme (82% rispetto al 79% dei papà), tra i monogenitori (96%) e in chi ha i bambini più piccoli (86% nei genitori con figli 0-2 anni; addirittura 100% per il monogenitore con figli da 0 a 2 anni). Per questo nel 95% dei casi i genitori hanno preso provvedimenti per mettere in sicurezza le abitazioni e si dicono disposti a spendere anche di più (l’86%) per acquistare un prodotto che abbia standard di sicurezza più alti, in particolare nel packaging.

Sono alcuni dati emersi dall’indagine realizzata all’interno del progetto “Home Safe Home – Casa sicura a misura di bambino” sviluppato da Moige- Movimento Italiano Genitori onlus, in collaborazione con Duracell, dal quale è nata anche una breve guida con suggerimenti chiave in 10 punti per la sicurezza in casa che sarà inviato a oltre 100.000 persone, tra genitori e nonni, per aiutarli a prevenire gli incidenti.

Secondo l’indagine realizzata dall’istituto Piepoli il 95% dei genitori mette in campo delle azioni preventive (in media 2,3 accorgimenti per genitore): dall’adozione di paraspigoli per evitare contusioni ed eventuali ferite (72%) al riporre al sicuro i prodotti potenzialmente pericolosi come detersivi, medicinali e batterie (69%) fino all’istallazione dei copri prese anti scossa elettrica (55%).

I genitori hanno identificato spontaneamente 10 potenziali “nemici” della sicurezza dei loro figli, ovvero: angoli e spigoli (28%), elettricità (25%), fonti di calore o gas (22%), mobili (18%), detersivi (11%), balconi/finestre/altezze (11%), scale (10%), piccoli oggetti incustoditi (6%), oggetti taglienti (6%) e disattenzione (5%).
Raffrontando queste risposte con quelle fornite nell’indagine effettuata nel 2013, emerge – viene spiegato – come il livello assoluto delle percentuali di risposta date dai genitori sia molto più basso di quello di 7 anni fa. “Ciò potrebbe significare, come analizzato dall’Istituto di Ricerca, che i genitori oggi sono un po’ meno coinvolti sul tema sicurezza domestica, da cui l’importanza di rinnovare nel tempo campagne di sensibilizzazione a loro rivolte”.

Inoltre, rispetto a 7 anni fa, cambia anche l’ordine interno delle fonti di pericolo: se nel 2013, per esempio, i detersivi erano al primo posto con il 50%, oggi sono in quinta posizione con l’11%.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684