Bapr acquista palazzo Bankitalia a Ragusa - QdS

Bapr acquista palazzo Bankitalia a Ragusa

redazione

Bapr acquista palazzo Bankitalia a Ragusa

giovedì 20 Febbraio 2020 - 00:00

RAGUSA – Lo storico Palazzo della Banca d’Italia che domina la Piazza Matteotti di Ragusa cambia proprietario e torna ad essere vissuto e operativo.

La Banca Agricola Popolare di Ragusa ha proceduto all’acquisto e l’atto è stato firmato nella sede della Bapr, dal Presidente Arturo Schininà, e da Pietro Raffa, Capo della Sede di Palermo della Banca d’Italia, alla presenza del notaio Michele Ottaviano.

“Sono soddisfatto dell’acquisto – spiega il presidente Schininà – che ci permette di utilizzare un palazzo che per l’intero territorio ibleo rappresenta da settanta anni un preciso punto di riferimento e che già nel 2009 la Regione Sicilia ha dichiarato di interesse culturale. Per la nostra Banca non è un affare immobiliare, ma un concreto segnale di attenzione alla collettività. Da tempo eravamo alla ricerca di una sede adeguata per la Fondazione Cesare e Doris Zipelli, che oltre a detenere le splendide antiche carte geografiche, è il braccio operativo della Banca per le iniziative culturali. Ma non solo: nel palazzo che fu della Banca Centrale – conclude il dottor Schininà – collocheremo la nostra filiale attualmente posta nella vicina via Matteotti impostandola in logica moderna ed innovativa.
“Mi onoro di presiedere la Fondazione intestata all’indimenticato ingegnere Zipelli – dichiara Carmelo Arezzo, che è anche vice-presidente della popolare ragusana – che è appendice della Bapr e che da dieci anni rappresenta un polo culturale non solo per le oltre trecento antiche carte geografiche custodite, e che adesso, con la disponibilità dei locali che furono della Banca d’Italia, potrà dare corso a eventi culturali ed artistici di alto livello e a favore dell’intera comunità siciliana”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684