Bombe carta alla manifestazione anti Covid di Catania, tre denunce - QdS

Bombe carta alla manifestazione anti Covid di Catania, tre denunce

redazione

Bombe carta alla manifestazione anti Covid di Catania, tre denunce

venerdì 13 Novembre 2020 - 12:54

Tre persone, compreso un minorenne, sono state denunciate dalla polizia nell’ambito delle indagini sul lancio di bombe carta e di una bottiglia di vetro durante la manifestazione davanti la prefettura di Catania del 25 ottobre scorso denominata ‘Se tu mi chiudi, tu mi paghi’ contro il Dpcm per l’emergenza Covid-19. Sono un 27enne, un 24enne e un 17enne, che gravitano nel mondo degli ultras del Catania estrani all’organizzazione della protesta, che sono stati identificati dalla Digos della Questura grazie alla visione di filmati girati durante le contestazioni.

I tre sono indagati per resistenza a pubblico ufficiale, favoreggiamento personale, istigazione a delinquere e a disobbedire alle leggi. Il Gip, su richiesta della Procura distrettuale, ha disposto per i due maggiorenni la misura cautelare dell’obbligo di firma, mentre la posizione del diciassettenne è al vaglio della Procura del Tribunale per i minorenni.

Il Questore di Catania, Mario Della Cioppa, ha inoltre disposto per i tre giovani il Daspo: per tre anni per i due maggiorenni, aggravata per loro dal doversi presentare alla polizia durante le partite del Catania, e per due anni per il minorenne.

Secondo l’accusa, i tre, assieme a persone, si sarebbero ‘infiltrati’ nella manifestazione di protesta, che era pacifica, e avrebbero tentato di fare scoppiare tafferugli lanciando bombe carte e una bottiglia di vetro. I manifestanti hanno però reagito contro di loro. In particolare, il 27enne è accusato di avere colpito con la fibbia di una cintura agenti della Digos che stavano cercando di bloccarlo nel tentativo di identificare i facinorosi. Il 24enne è ripreso mentre istigava delle persone ad indirizzare la loro rabbia contro i poliziotti presenti sul posto. Il 17enne è ritenuto l’autore del lancio di una bomba carta, riconosciuto.

Durante le aggressioni è rimasto leggermente ferito anche un cineoperatore dell’emittente ReiTV.

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684