Bonus 200 euro pensionati, a chi spetta e quando arriva - QdS

Bonus 200 euro pensionati, a chi spetta e quando arriva

web-mp

Bonus 200 euro pensionati, a chi spetta e quando arriva

web-mp |
martedì 21 Giugno 2022 - 11:10

Bonus 200 euro. L’agevolazione per far fronte al caro-spesa delle famiglie e viene riconosciuto in un’unica soluzione anche ai pensionati. Il bonus da 200 euro previsto dal dl Aiuti per pensionati, lavoratori dipendenti ed altre categorie, con reddito fino a 35.000 euro verrà pagato “non appena tecnicamente possibile”. Ma quando è la data ufficiale per ricevere il pagamento? A chi spetta o è necessario, per i pensionati, effettuare l’autocertificazione, così come previsto per altri soggetti? Ecco tutte le informazioni utili.

In cosa consiste

Nello specifico, spetta ai soggetti residenti in Italia titolari di uno o più trattamenti pensionistici a carico di qualsiasi forma previdenziale obbligatoria, pensione o assegno sociale, pensione o assegno per invalidi civili, ciechi e sordomuti e trattamenti di accompagnamento alla pensione. Ne hanno diritto, perciò, tutti coloro che ricevono una pensione di tipo previdenziale, sia diretta che indiretta, inclusa la reversibilità

A chi spetta

Il bonus spetta solo per una prestazione, questo significa che il lavoratore che percepisce anche una pensione, per esempio, riceverà comunque un solo bonus 200 euro e sarà l’Inps a pagarlo.

Oltre ad essere titolari di una delle suddette prestazioni, è necessario soddisfare un requisito economico: il reddito personale avuto nel 2021 deve risultare inferiore a 35 mila euro.

Tale soglia è calcolata prendendo in considerazione tutti i redditi soggetti a Irpef, al netto di contributi assistenziali e previdenziali, con l’esclusione dei trattamenti di fine rapporto comunque denominati; del reddito della casa di abitazione; delle competenze arretrate sottoposte a tassazione separata.

Quando arriva il bonus 200 euro per i pensionati

In Gazzetta ufficiale si legge che i 200 euro di bonus saranno caricati nel cedolino in pagamento venerdì 1° luglio, direttamente dall’Inps.

Per i casi non gestiti da Inps, cosa succede?

Per chi riceve la pensione per trattamenti non gestiti dall’Inps, sarà il casellario centrale dei pensionati a individuare l’ente previdenziale che si farà carico del pagamento dell’una tantum.

Anche nel caso di una persona titolare di due pensioni diverse, sarà l’ente previdenziale a individuare a quale pensione accreditare i 200 euro che spetta per un solo indennizzo.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684