Bronte, passi avanti per l’elisuperfice, il sindaco consegna i lavori alla ditta - QdS

Bronte, passi avanti per l’elisuperfice, il sindaco consegna i lavori alla ditta

redazione

Bronte, passi avanti per l’elisuperfice, il sindaco consegna i lavori alla ditta

martedì 28 Gennaio 2020 - 00:00


“La pista sarà dotata di tutti i sistemi di sicurezza necessari per i servizi di protezione civile”

BRONTE – Si alza notevolmente il livello di sicurezza sanitaria nel territorio di Bronte.

Il sindaco, Graziano Calanna, ha consegnato all’impresa che si è aggiudicata l’appalto, i lavori di adeguamento dell’elisuperfice notturna, realizzata dalla Città metropolitana in contrada Sciara Sant’Antonio. Presenti alla consegna dei lavori, oltre al sindaco e all’impresa, il vicesindaco Gaetano Messina, l’assessore Giuseppe Di Mulo, il responsabile dell’Ufficio tecnico del Comune, Salvatore Caudullo e diversi tecnici comunali.

“Vale la pena ricordare come quando ci siamo insediati – ha dichiarato il primo cittadino – questa struttura non era ancora stata consegnata dall’ex Provincia al Comune, non era funzionante ed era già stata vandalizzata. Quando la Città metropolitana ha iniziato l’iter per la consegna della struttura era ovvio che pretendessimo che ci venisse assegnata pronta per essere utilizzata”.

“L’interlocuzione con i funzionari dell’ex Provincia – ha aggiunto – ci ha permesso di trovare un accordo che evita ai cittadini brontesi di sborsare quattrini. Il Comune procede all’adeguamento della pista, ma utilizza il 5% della Tari che ogni anno il Comune di Bronte è tenuto a versare alla Città metropolitana di Catania”.

“I lavori – ha dichiarato il vice sindaco, Gaetano Messina – prevedono che la pista venga resa, finalmente, perfettamente funzionante e dotata di tutti i sistemi di sicurezza necessari per svolgere i servizi di Protezione civile. L’intera area verrà ripulita dalle erbacce, la strada di accesso verrà illuminata, gli impianti, idrico, elettrico e antincendio, prima mancanti, saranno realizzati e gli uffici che sono stati vandalizzati ovviamente sistemati. Grande attenzione – ha concluso – verrà posta agli impianti necessari alla sicurezza dell’atterraggio e del decollo degli elicotteri”.

Il tempo previsto in appalto per la conclusione dei lavori è di 60 giorni. “Realizziamo – ha spiegato l’assessore Di Mulo – un’opera importante per la Città e per il territorio, ponendo rimedio ad evidenti errori commessi in passato”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684