Cani maltrattati e traffico di cuccioli, 29 i denunciati - QdS

Cani maltrattati e traffico di cuccioli, 29 i denunciati

web-gl

Cani maltrattati e traffico di cuccioli, 29 i denunciati

web-gl |
giovedì 03 Giugno 2021 - 10:09

Il punto sull'inchiesta "Crudelia Demon", diretta dalla Procura di Ancona ed eseguita dai Carabinieri Forestali del Nucleo Cites.

Allevatori di razze canine e medici-veterinari residenti nelle Provincie di Ancona, Macerata e Cosenza sono risultati coinvolti in 52 amputazioni illegali delle orecchie e della coda di cani corso, pittbull e dogo argentino, eseguiti tra il 2017 e il 2019.

Alcune amputazioni giustificate con certificati veterinari falsi, manoscritti di veterinari e attribuiti a veterinari residenti all’estero e inconsapevoli o inesistenti. Sono alcune circostanze emerse nei due anni di inchiesta denominata “Crudelia Demon” diretta dalla Procura di Ancona ed eseguita dai Carabinieri Forestali del Nucleo Cites.

Nei giorni scorsi la conclusione delle indagini preliminari: 29 allevatori di cani di razze pittbull, dogo argentino, cane corso e di altre razze pregiate, residenti in nove regioni italiane, e 11 medici veterinari, sono stati denunciati a diverso titolo per maltrattamento, falso in atto pubblico, traffico illecito di animali da compagnia, abusivo esercizio della professione veterinaria, uso di atto falso.

Un trasportatore ed allevatore di cani, residente a Bari, sono accusati invece di aver falsificato, in concorso con altri allevatori e veterinari, i documenti per esportare 30 cani (corso, bassotto, mastino napoletano) verso gli Usa e di aver importato dagli Usa cinque cani (american pittbull terrier, bulldog, golden retriever) con documenti falsi, sotto i tre mesi di età e senza vaccinazione antirabbica, così configurando il delitto di traffico illecito di animali da compagnia. A casa dell’allevatore, trovate etichette false di vaccino antirabbico, documenti di esportazione e libretti sanitari falsi.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684