Canicattini, contagi in calo ma il sindaco proroga le chiusure - QdS

Canicattini, contagi in calo ma il sindaco proroga le chiusure

web-mp

Canicattini, contagi in calo ma il sindaco proroga le chiusure

web-mp |
domenica 06 Giugno 2021 - 18:16

Scende l’incidenza sotto la soglia di allarme ma per sicurezza, come richiesto dall’Asp, il Sindaco Miceli prolunga di altri tre giorni l’ordinanza di chiusura in scadenza domenica 6 giugno 2021

Il peggio sembra essere passato a Canicattini Bagni per quanto riguarda i contagi Covid, grazie alle misure restrittive adottate e all’impegno e la responsabilità dei cittadini.

Dai controlli giornalieri da parte dell’Asp emerge, infatti, un calo dell’incidenza dei contagi sotto la soglia di allarme e da tre giorni, come sottolinea il Sindaco Marilena Miceli, non si registrano nuovi casi se non di qualche soggetto già in quarantena da almeno 10 giorni, in quanto convivente di chi è già risultato positivo.

Per rafforzare e mettere al sicuro questo risultato, allontanandosi ancora di più dalla soglia di allarme, come richiesto dall’Asp, il Sindaco Marilena Miceli ha, comunque, già provveduto a disporre il prolungamento di altri tre giorni della sua precedente Ordinanza in scadenza oggi, 6 giugno, di chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado in presenza, le aree pubbliche, gli uffici comunali al pubblico e divieto di consumazione di cibi e bevande negli spazi aperti.

Sino a tutto mercoledì 9 giugno 2021, pertanto, si dispone:

1. La sospensione delle attività didattiche e amministrative in presenza in tutte le scuole di ogni ordine e grado;

2. Il divieto di stazionamento e di assembramento nelle aree e piazze pubbliche, permettendo solo il transito al fine di raggiungere le abitazioni private e gli esercizi commerciali, avendo cura di rispettare il distanziamento interpersonale e l’utilizzo dei dispositivi di sicurezza personali;

3. Il divieto assoluto di consumare cibi e bevande nelle suddette aree e in tutto il territorio comunale, consentendolo solo nei pubblici locali nel rispetto delle normative in atto vigenti;

4. La chiusura al pubblico degli uffici comunali, garantendo solo i servizi essenziali al cittadino.

“È un ulteriore sacrificio che chiedo a tutti i cittadini – ha dichiarato il Sindaco Miceli – per allontanarci ancora di più, così come richiesto dalla stessa Asp, dalla linea rossa della soglia di allarme. Un ulteriore impegno di responsabilità per uscire con sicurezza da questo tunnel e riprendere, come indicato dai decreti, la ripartenza e a far rivivere la nostra città, raccomandando sempre a tutti di aderire alle vaccinazioni e rispettare le misure di prevenzione: uso della mascherina; continua igienizzazione delle mani; mantenimento della distanza interpersonale; divieto assoluto di assembramenti; di-vieto di incontrare parenti e amici in quarantena”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684