Caporalato: Fai-Cisl a governo Musumeci, serve legge regionale - QdS

Caporalato: Fai-Cisl a governo Musumeci, serve legge regionale

redazione

Caporalato: Fai-Cisl a governo Musumeci, serve legge regionale

venerdì 04 Dicembre 2020 - 00:00

“Un esercito di schiavi viene sfruttato nei campi siciliani da individui senza scrupoli, senza alcun rispetto per la vita umana e spesso legati alla criminalità organizzata. Non bastano le buone intenzioni per estirpare questo cancro, occorrono misure straordinarie e controlli a tappeto. È indispensabile che il governo Musumeci vari una legge contro il caporalato”. Così il segretario generale della Fai Cisl Sicilia, Pierluigi Manca, commenta l’operazione “Attila” condotta dai carabinieri e dalla Squadra Mobile di Caltanissetta che ha portato a 12 arresti. La Fai Cisl sottolinea come sia necessario puntare sulla rete del lavoro agricolo di qualità, con cui selezionare le imprese agricole e altri soggetti che rispettano le norme in materia di lavoro, legislazione sociale, imposte sui redditi e sul valore aggiunto. “Il governo regionale avvii un percorso legislativo che porti alla stesura di una norma contro il caporalato – aggiunge Manca – che dia maggiore forza e attuazione alla legge nazionale. Occorre potenziare i controlli sul territorio e prevedere inoltre un sistema di premialità per le aziende sane. Si deve promuovere e sostenere la cultura della legalità, intervenendo sul mercato del lavoro, sul trasporto e sull’accoglienza dei lavoratori agricoli”. La Fai Cisl ha istituito un numero verde per raccogliere in forma anonima le denunce dei lavoratori e delle lavoratrici vittime dei caporali: 800.199.100.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684