Carabinieri, cercasi 626 allievi marescialli - QdS

Carabinieri, cercasi 626 allievi marescialli

Elettra Vitale

Carabinieri, cercasi 626 allievi marescialli

mercoledì 23 Ottobre 2019 - 00:00
Carabinieri, cercasi 626 allievi marescialli

Bando completo consultabile sulla Gazzetta Ufficiale n.81 dello scorso 11 Ottobre. Previste sei fasi di selezione dal 18 novembre, sono ammessi anche i civili

ROMA – Porte aperte anche ai civili per il concorso pubblico indetto dall’Arma dei carabinieri per l’ammissione al 10° corso triennale (2020-2023) di 626 Allievi marescialli, reso noto tramite bando pubblicato nella Gazzetta ufficiale numero 81, IV Serie speciale Concorsi dello scorso 11 Ottobre.

Sono solo 131 i posti riservati ai diplomati delle scuole militari dell’Esercito, della Marina e dell’Aeronautica e ai coniugi e/o gli orfani del personale delle Forze armate e delle Forze di polizia deceduto in servizio.
La scadenza per la presentazione delle domande di ammissione, tramite procedura esclusivamente online, è stata fissata per il 10 Novembre.

Requisiti di ammissione

I requisiti per l’ammissione alle prove di concorso sono stati differenziati a seconda dello status di civile o militare appartenenti all’Arma dei carabinieri.
I criteri per la partecipazione dei militari che ricoprono il ruolo di Sovrintendenti, Appuntati e Carabinieri sono i seguenti:

  •  idoneità al servizio militare incondizionato;
  • conseguimento del diploma di istruzione secondaria di secondo grado;
  • età non superiore ai 30 anni;
  • assenza, negli ultimi due anni sanzioni disciplinari più gravi della consegna e/o una qualifica inferiore a nella media.

Le prove sono aperte anche ai cittadini italiani che, alla data di presentazione delle domande, rispettano i seguenti requisiti:

  • età compresa tra i 17 e i 26 anni, fatta eccezione per coloro che hanno già prestato servizio militare, per i quali il limite viene innalzato a 28 anni;
  • in possesso del diploma della scuola secondaria di secondo grado.

Vi sono, infine, degli aspetti comuni e indispensabili per entrambe le categorie, ovvero: godere dei diritti civili e politici, non essere condannato per delitti non colposi, non essere stati destituiti dall’impiego in una Pubblica amministrazione e non essere stati sottoposti a misure di prevenzione.

Prove

L’iter di ammissione al Corso prevede il superamento di sei fasi: quiz preliminare, prova di efficienza fisica, accertamenti psico-fisici, prova scritta per accertare il grado di conoscenza della lingua italiana, accertamenti attitudinali, esame orale a cui si può aggiungere, eventualmente, una settima prova facoltativa di lingua straniera.
In prima battuta è prevista una prova preliminare selettiva, che avrà luogo a partire dalle ore 10 del 18 novembre 2019, presso il Centro nazionale di selezione e reclutamento dell’Arma dei carabinieri di Roma (viale Tor di Quinto, 153). L’ordine di convocazione verrà pubblicato a partire dal 12 novembre sui siti web www.carabinieri.it e www.difesa.it.

L’esame consisterà in un test costituito da 100 quesiti a risposta multipla in materia di cultura generale, storia e struttura dell’Arma dei carabinieri, logica deduttiva, informatica e, infine, quesiti relativi a elementi di conoscenza di una lingua straniera a scelta tra il francese, l’inglese, lo spagnolo e il tedesco.

Una volta superata la prima fase, i candidati dovranno presentare certificato di idoneità ad attività sportiva agonistica per l’atletica leggera, e, inoltre, un certificato rilasciato dal proprio medico di fiducia, che attesti lo stato di buona salute. Tale procedura è necessaria per l’ammissione alla prova fisica che prevede esercizi obbligatori (corsa 100 metri, piegamenti sulle braccia e salto in alto) più una serie di prove facoltative che rappresenteranno un’aggiunta al punteggio di base.

Il successivo esame scritto, che avrà luogo indicativamente a partire dal 26 febbraio 2020, consisterà in un elaborato in lingua italiana per il cui completamento cui sono disponibili cinque ora. Superato lo scritto, sarà possibile accedere al test orale, ovvero un’interrogazione su argomenti tratti da tre tesi estratte a sorte, in materia di: geografia, diritto costituzionale e storia dell’Arma dei carabinieri.

Infine, gli accertamenti attitudinali saranno articolati in due distinte fasi: una istruttoria, condotta da Ufficiali psicologi, mediante somministrazione di questionari e prove di performance e una costitutiva che permetterà, tramite colloquio, di confermare il possesso dei requisiti attitudinali e delle potenzialità indispensabili per ricoprire il ruolo di Maresciallo.

Presentazione delle domande

Per presentare richiesta di partecipazione alle procedure concorsuali, che dovrà essere effettuata entro e non oltre il 10 novembre 2019, sarà necessario essere in possesso di credenziali Spid con (livello di sicurezza 2) e idoneo lettore di smart-card installato nel computer per l’utilizzo con Carta nazionale dei servizi (Cns).
La domanda può essere inoltrata esclusivamente online, seguendo la procedura indicata dal sito e consultabile tramite il seguente link: http://www.carabinieri.it/concorsi/area-concorsi.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684