Violenza sessuale e botte in gravidanza a fidanzata 19enne, arrestato a Catania - QdS

Violenza sessuale e botte in gravidanza a fidanzata 19enne, arrestato a Catania

web-iz

Violenza sessuale e botte in gravidanza a fidanzata 19enne, arrestato a Catania

web-iz |
venerdì 17 Settembre 2021 - 10:43

Il 20enne era solito minacciare, picchiare a calci e pugni la compagna e impedirle di uscire di casa e di avere una vita sociale. L'ha violentata durante e dopo la gravidanza.

Avrebbe minacciato di morte e picchiato la sua compagna, di 19 anni, anche quando era incinta del loro bambino e anche quando, dopo la nascita del piccolo, lo teneva in braccio e l’avrebbe costretta ad avere rapporti non consenzienti.

E’ l’accusa contestata dalla Procura distrettuale di Catania a un 20enne che è stato arrestato da carabinieri del comando provinciale etneo. Nei suoi confronti, militari dell’Arma hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere che ipotizza i reati di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali aggravate e violenza sessuale. Le indagini, coordinate dal pool di magistrati qualificati sui reati che riguardano la violenza di genere, hanno fatto luce su episodio di minacce e violenza dal dicembre 2019 ad oggi.

L’indagato è accusato di avere insultato e picchiato abitualmente con calci e pugni la sua compagna, mostrando inoltre una gelosia morbosa e obbligandola a non uscire di casa, impedendole di frequentare amici e parenti e pretendendo il controllo assoluto in ogni aspetto della vita quotidiana. Condotte violente, ricostruisce la Procura distrettuale di Catania, che sono consistite, oltre alle minacce e le botte, nel costringerla ad avere dei rapporti sessuali non consenzienti. La 19enne temendo per sé e per il figlioletto, appoggiata dalla sua famiglia d’origine, ha presentato denuncia contro il suo compagno. “In virtù della proficua collaborazione tra i magistrati di questa Procura della Repubblica impegnati nella delicata materia e i Carabinieri del Comando Provinciale etneo – ricordano la Procura di Catania – dal gennaio di quest’anno ad oggi, si è proceduto all’arresto in flagranza di 48 persone e all’esecuzione di 140 misure cautelari per atti persecutori e/o maltrattamenti in famiglia”.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684