Chiusura ristorante riserva Stagnone, venerdì protesta dipendenti - QdS

Chiusura ristorante riserva Stagnone, venerdì protesta dipendenti

Web-al

Chiusura ristorante riserva Stagnone, venerdì protesta dipendenti

Web-al |
mercoledì 28 Luglio 2021 - 16:17

I lavoratori terranno un sit-in di protesta venerdì prossimo, dalle 10.30 alle 13, davanti la Prefettura di Trapani

I quindici dipendenti del ristorante “Assud” di Marsala, chiuso dal Comune la sera dello scorso 11 luglio per l’assenza di una autorizzazione che secondo il titolare, l’ex consigliere provinciale Ignazio Passalacqua, “non è dovuta” e della quale “nessun’altro ristorante della zona di pre-riserva dello Stagnone è in possesso”, terranno un sit-in di protesta venerdì prossimo, dalle 10.30 alle 13, davanti la Prefettura di Trapani.

Il ristorante è in contrada Spagnola, di fronte l’imbarcadero “storico” per l’isola di Mothia. Al fianco del ristoratore e dei dipendenti si è schierata la Filcams Cgil, il cui segretario provinciale, Anselmo Gandolfo, dichiara: “La chiusura del ristorante Assud sta comportando un danno economico ai dipendenti e al territorio. Dopo un lungo periodo di inattività, dovuta all’emergenza sanitaria, i lavoratori e gestori delle attività puntavano sull’attività stagionale per la ripresa economica”.

Il segretario della Filcams Cgil ha chiesto l’istituzione di un tavolo in Prefettura tra il Comune di Marsala, il Libero Consorzio di Trapani (ex Provincia), ente gestore della Riserva dello Stagnone, lo stesso sindacato e i gestori del ristorante. “E’ obbligo morale di tutti – afferma Gandolfo – intervenire per individuare possibili soluzioni volte a garantire, in questa fase economica così delicata, la continuità occupazionale alle lavoratrici e ai lavoratori”.

Il ristorante è stato chiuso dai vigili urbani, sulla base di un provvedimento del Suap di Marsala, lo scorso 11 luglio, intorno alle 19.30, quando ai tavoli c’erano già diversi clienti arrivati per cenare assistendo in tv alla finale dei campionati europei di calcio Inghilterra-Italia.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684