Coppie appartate e case fantasma, le assurde scuse ai controlli - QdS

Coppie appartate e case fantasma, le assurde scuse ai controlli

Luigi Ansaloni

Coppie appartate e case fantasma, le assurde scuse ai controlli

sabato 23 Gennaio 2021 - 14:23

Le forze dell'ordine ricordano che le attuali restrizioni prevedono che ci si possa allontanare dalla propria abitazione solo per ragioni urgenti di lavoro, salute o per raggiungere propri familiari in situazioni di disagio

Due fidanzati in auto a Monte Ercta. Un giovane che stava andando a trovare la zia di cui non ricordava l’indirizzo. Un altro ancora che stava andando in farmacia a Mondello ma era residente a Brancaccio. Un altro aveva dimenticato la prescrizione del medico.

Un terzo ha dichiarato di essere uscito dall’ospedale e stava andando a prendere i medicinali in farmacia. Ma è stato trovato a due chilometri dall’esercizio commerciale.

Scuse poco plausibili, ovviamente date agli agenti nei giorni scorsi e non nel corso dei controlli che queste immagini testimoniano.

Sono stati 26 i multati ieri dalla polizia nel corso dei controlli anti covid in base alle prescrizioni della zona rossa. La zona controllata dai poliziotti è stata quella da Mondello, Partanna e Vergine Maria.

Gli agenti come detto hanno registrato le scuse più fantasiose durante i posti di blocco o le verifiche per strada. I due fidanzati trovati in macchina dopo il coprifuoco nella zona dell’Addaura erano residenti in quartieri distanti dalla zona balneare.

Le forze dell’ordine ricordano che le attuali restrizioni prevedono che ci si possa allontanare dalla propria abitazione solo per ragioni urgenti di lavoro, salute o per raggiungere propri familiari in situazioni di disagio.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684