Coronavirus, IV lancia petizione, una boccata d'aria per i bambini - QdS

Coronavirus, IV lancia petizione, una boccata d’aria per i bambini

redazione

Coronavirus, IV lancia petizione, una boccata d’aria per i bambini

martedì 31 Marzo 2020 - 12:59
Coronavirus, IV lancia petizione, una boccata d’aria per i bambini

“L’emergenza sanitaria ha stravolto le abitudini di tutti noi; lo ha fatto per gli adulti e ha certamente sconvolto le abitudini dei nostri ragazzi. Il momento difficile e senza precedenti che stiamo vivendo non può essere vissuto solo tra il doveroso rispetto di ogni regola di comportamento e l’analisi di curve epidemiologiche e dati statistici: abbiamo il dovere di dare utilità e senso al tempo che i nostri figli stanno vivendo e fornire loro una prospettiva di uscita dalla emergenza. Lo dobbiamo alle famiglie che stanno compiendo sacrifici e ai nostri ragazzi che ben comprendono la gravità del momento, pur soffrendo più di altri l`impossibilità di uscire, di correre, di giocare liberamente, di vedere i compagni di scuola e gli amici, stanno rispettando i divieti”.
è con questa premessa che parte la petizione promossa dai deputati Marco Di Maio e Sara Moretto e pubblicata sul sito di Italia Viva.

“Una situazione che possiamo anche raccontarci che sia sostenibile per settimane, ma che chiunque abbia una famiglia con figli o contatti con bambini, sa che non lo è. Nel rispetto delle norme sanitarie e di contenimento del Coronavirus – spiegano – a cui ci sentiamo pienamente vincolati a tutela della salute collettiva, chiediamo al Governo di adottare misure necessarie ad assicurare ai bambini di poter uscire in modo protetto, di svolgere alcune attività oggi precluse, di poter godere per un po` di tempo nell`arco della giornata della possibilità di uscire aria aperta”.

“Anche in questi giorni complicati dobbiamo garantire ai bambini il diritto al gioco e alle attività ricreative, come stabilito dall`articolo 31 della Convenzione dei diritti dell` infanzia; ne va anche della tutela della loro salute psicomotoria, un bene troppo prezioso per non essere tenuto nella massima considerazione anche in un tempo di emergenza come quello che stiamo vivendo. Chiediamo pertanto l`adozione di un provvedimento specifico che pur tutelando la salute dei bambini e delle loro famiglie, assicuri loro la possibilità di uscire in modo tutelato, limitato e rispettoso delle regole di contenimento del contagio. Lo chiediamo per i nostri figli, che sono il nostro futuro: non per altro. Se anche tu sei d`accordo firma con noi”, concludono gli autori della petizione.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684