Coronavirus, tutto quanto sta accadendo in Sicilia - QdS

Coronavirus, tutto quanto sta accadendo in Sicilia

redazione web

Coronavirus, tutto quanto sta accadendo in Sicilia

venerdì 20 Marzo 2020 - 12:00

Due medici e un paramedico positivi a Siracusa. Modica, quaranta tamponi tra i sanitari. Il sindaco di Agira chiede quarantena ed esercito. Primo contagiato a Gela. A Caltanissetta accendono candele per pregare e causano un incendio

Nell’ospedale Umberto I di Siracusa sono risultati positivi al coronavirus due medici e un infermiere.

Lo confermano fonti sanitarie.

Nei giorni scorsi era risultato positivo al tampone un medico del reparto di cardiologia. L’azienda sanitaria provinciale di Siracusa aveva attivato tutte le procedure necessarie come la sanificazione del reparto e il divieto a nuovi ricoveri e nel frattempo ha avviato l’esame del tampone per gli altri sanitari.

Due positivi sono stati ricoverati ma sono in buone condizioni, altri due sono in isolamento domiciliare.

Modica, quaranta tamponi ai sanitari, tutti negativi

E si tira un sospiro di sollievo nell’ospedale Maggiore di Modica dopo che ieri era risultata positiva al Covid 19 un’infermiera del laboratorio analisi.

I tamponi effettuati su più di quaranta sanitari che avevano avuto contatto con la donna hanno dato tutti esito negativo.

I locali del reparto dove l’infermiera lavorava sono stati sanificati e il laboratorio analisi è tornato operativo.

Agira, la Sindaco chiede quarantena ed esercito

La messa in quarantena per il Comune di Agira e impiego dell’esercito per assicurare il rispetto delle prescrizioni nazionale e regionali per evitare la diffusione del coronavirus è stato chiesto da Maria Greco, sindaco della cittadina dell’Ennese, dove si registrano parecchi casi di Covid 19 e anche il decsso di un paziente.

La Sindaco ha scritto al presidente della Regione, Nello Musumeci sottolineando come, nei giorni scorsi, nel comune si sia verificato un aumento dei contagi, chiedendo che sia disposta la chiusura di tutti gli uffici pubblici, tranne di quelli essenziali, e di tutte le attività commerciali.

Gela, il sindaco annuncia il primo contagiato

E a Gela il sindaco Lucio Greco ha comunicato il primo caso di coronavirus nella cittadina con un video-messaggio trasmesso alla città attraverso i social e le emittenti radiofoniche e televisive locali.

Greco ha invitato i cittadini non uscire di casa se non per reali e urgenti necessità.

Secondo indiscrezioni, il contagiato sarebbe un autotrasportatore romeno residente a Gela da alcuni anni.

L’uomo è stato posto in quarantena nella sua abitazione.

Salgono così a 13 i casi di Coronavirus accertati in provincia di Caltanissetta.

Caltanissetta, accendono candele per pregare e scatenano incendio

Avevano acceso due candele sul balcone di casa durante una preghiera per esorcizzare la pandemia da coronavirus, ma si è scatenato un incendio.

E’ accaduto ieri sera in un’abitazione di Caltanissetta.

Madre e figlio, di 74 e 46 anni, stavano seguendo il rosario su una tv satellitare che invitava ad accendere due candele e porle sull’inferriata del balcone.

La fiamma delle candele ha innescato però un incendio partito dalla tenda da sole fino a raggiungere gli arredi del giardino.

Sono intervenuti i Vigili del fuoco, che hanno domato l’incendio, e la polizia.

Il quarantaseienne è stato condotto all’ospedale dagli operatori del 118 per le ustioni, per fortuna non gravi, riportate alle mani.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684