Covid, blindato il Capodanno, Sicilia verso zona gialla - QdS

Covid, blindato il Capodanno, Sicilia verso zona gialla

redazione web

Covid, blindato il Capodanno, Sicilia verso zona gialla

lunedì 27 Dicembre 2021 - 07:04

La scadenza del dieci gennaio. Oggi vertice dell'assessore Razza con le Asp siciliane per potenziare le misure in vigore. Il 2022 non sarà salutato da eventi pubblici, concerti o balli in discoteca

Un Capodanno blindato quello che si prospetta in Italia, con il continuo aumentato dei contagi da Covid, soprattutto tra ragazzi e bambini: niente eventi pubblici, nemmeno gli assembramenti in strada ad ammirare i fuochi d’artificio, e sale da concerto e discoteche chiuse.

La variante Omicron vola

E mentre la Sicilia, come anticipato ieri dal Qds.it, si avvia verso la zona gialla, la variante Omicron vola in tutti i sensi: per numero di contagi e perché è stata diffusa da chi ha preso l’aereo. Anche per oggi nel mondo è prevista la cancellazione di numerosi voli causa contagi tra piloti ed equipaggi: quasi ottomila in tutto il fine settimana di Natale.

Colpiti soprattutto i ragazzi

Ieri, con soli 217 mila tamponi effettuati, si sono contati 24.883 contagi, mentre per molti non vaccinati si sono aperte le porte delle terapie intensive. E a essere colpiti, come detto, sono soprattutto i giovani, per via delle riunioni, con poche precauzioni, e i contatti con coloro i quali studiano fuori e sono tornati a casa per le feste per rivedere amici e parenti.

Un anno dall’inizio della vaccinazione di massa

Oggi ricorre l’anniversario del vax day – l’avvio della campagna di vaccinazione risale appunto al 27 dicembre del 2020 – e l’Italia si rimette in moto dopo un Natale che ha visto una nuova impennata di contagi.
Riparte – anche se non sono ancora riaperte scuole e università – Con diverse limitazioni, ossia le misure previste dal cosiddetto Decreto Natale, in vigore dal 25 dicembre dopo la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.
A un anno dall’inizio della vaccinazione di massa in Italia, con oltre 108 milioni di dosi somministrate, l’Istituto superiore di Sanità ha sottolineato come “il rischio di terapia intensiva per i non vaccinati rispetto a chi ha la terza dose è 85 volte maggiore per gli over 80, 12,8 volte maggiore per i 60-79; 6,1 volte maggiore per i 40-59”.

Copertura vaccino non costante nel tempo

Il vaccino ha una copertura che non si mantiene costante nel tempo: “Dopo 150 giorni dal completamento del ciclo, l’efficacia nel prevenire la malattia, sia nella forma sintomatica che asintomatica, scende dal 71,5% a 30,1%”. Ma “rimane elevata l’efficacia vaccinale nel prevenire casi di malattia severa”.

Oggi Razza incontra le Asp siciliane

La prossima scadenza per il cambio di colore per le regioni è quella del dieci gennaio del 2022. E c’è il concreto rischio che la Sicilia passi in zona gialla.

Così, per fronteggiare la situazione del dopo-feste, l’assessore regionale della Salute, Ruggero Razza, incontra stamattina i vertici delle aziende sanitarie territoriali “per un confronto sullo stato della pandemia e per valutare azioni di potenziamento delle misure attualmente in vigore”.

“Se ci sarà un progressivo aumento dei contagi – ha spiegato Razza -, la gran parte dovranno essere gestiti al domicilio. Quindi serve rafforzare la nostra capillarità sul territorio e aumentare sia i punti tampone che l’attività di contact tracing”.

“Prepararci adesso – ha concluso – vorrà dire essere pronti per gestire il dopo-festività e rendere più sicuri i cittadini”.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684