Covid, Costa, "Critiche sui vaccini? Nostra strategia vincente" - QdS

Covid, Costa, “Critiche sui vaccini? Nostra strategia vincente”

web-la

Covid, Costa, “Critiche sui vaccini? Nostra strategia vincente”

web-la |
venerdì 03 Dicembre 2021 - 19:32

“Ci sorprendono certe esternazioni critiche sulla somministrazione dei vaccini fuori dagli hub e dalle farmacie. Da tempo abbiamo abbracciato una filosofia, quella della vaccinazione di prossimità, sposata in pieno dalla Regione Siciliana, che in estate ha lanciato la ‘vaccinazione a tappeto’ per somministrare il siero anti-Covid anche nei luoghi di lavoro, turistici, della movida”.

Lo dice il commissario Covid di Palermo, Renato Costa, in risposta alle osservazioni del presidente di Federfarma, Marco Cossolo. “Una strategia vincente – prosegue – che, in pochi mesi, ha permesso soltanto al nostro ufficio di eseguire più di ventimila somministrazioni extrahub. Persone ‘restituite’ a una campagna vaccinale alla quale non avrebbero forse aderito se i nostri medici e infermieri non le avessero raggiunte e convinte dei benefici del vaccino. Anche così abbiamo fatto comprendere che vaccinarsi non solo è decisivo, ma può essere un gesto semplice e veloce, da accompagnare ad attività quotidiane. I nostri vaccini di prossimità sono organizzati con cura, preceduti da sopralluoghi nei locali che ci ospitano per verificarne l’adeguatezza, selezionando gli ambienti dove eseguire le somministrazioni, il tutto nel pieno rispetto delle condizioni igienico-sanitarie”. “Teniamo a ricordare – conclude – che la vaccinazione di prossimità è un atto medico, dall’anamnesi alla somministrazione e fino al trattamento di eventuali complicanze, gestite dal nostro personale medico e infermieristico. Far passare il concetto non corrispondente al vero che le vaccinazioni di prossimità non siano sicure equivale a scoraggiare la popolazione dal parteciparvi, cosa che troviamo molto grave in un momento in cui dovremmo remare tutti nella stessa direzione: promuovere il vaccino, se necessario – e i fatti ci dimostrano che lo è – anche con ‘soluzioni alternative’ e incentivanti”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684