Covid, denunce e querele annunciate tra De Luca, Musumeci e Razza - QdS

Covid, denunce e querele annunciate tra De Luca, Musumeci e Razza

redazione web

Covid, denunce e querele annunciate tra De Luca, Musumeci e Razza

sabato 16 Gennaio 2021 - 06:16
Covid, denunce e querele annunciate tra De Luca, Musumeci e Razza

L'Assessore alla Salute aveva invitato il sindaco di Messina a procedere per vie legali sulla vicenda dell'Asp peloritana dopo le accuse a lui e al Governatore sulla gestione della pandemia nella città dello Stretto



Potrebbe finire nelle aule giudiziarie la querelle tra il sindaco di Messina Cateno De Luca, il governatore Nello Musumeci e l’assessore alla Salute Ruggero Razza sulla gestione dell’Asp peloritana in quest’emergenza covid.

“Se De Luca ritiene che nei suoi confronti il presidente della Regione o il sottoscritto abbiano agito con ‘logica mafiosa’ o che si stia facendo qualcosa contra legem, vada subito a denunciarci, altrimenti smetta di arrampicarsi sugli specchi” era stato l’invito di Razza in risposta alle accuse del Sindaco.

Basta pressioni indebite

“In una terra – aveva aggiunto – che ha visto cadere per mano mafiosa centinaia di donne e uomini, che ha pianto figli straordinari per la loro rettitudine morale, chi si autodefinisce ‘autentico uomo delle istituzioni’ dovrebbe saper dosare le proprie esternazioni.. E chieda consiglio al suo difensore: gli dirà che esercitare una pressione indebita sulle autorità istituzionali, cui compete il procedimento amministrativo che si è aperto con la nomina della commissione ispettiva sull’Asp di Messina, costituisce reato”.

Alzare il livello della tensione

“Ho detto e ripeto – aveva ribadito Razza – che non accetto pressioni, che il rispetto della legge costituisce una precondizione per qualsiasi decisione ed è un obbligo giuridico. In questo momento di crescita della curva epidemica in tutta Italia e in Sicilia, con la necessità di adottare iniziative stringenti e di condividere responsabilità istituzionali, ciascuno le proprie, trovo singolare che il sindaco di una grande e nobile città continui strumentalmente ad alzare il livello della tensione”.

“Non serve a nessuno – aveva concluso Razza -, neppure a De Luca che farebbe meglio alla propria comunità se dismettesse l’ascia di guerra che brandisce quotidianamente nel tentativo di trasformare l’azione amministrativa in una dannosa, perenne, inutile contrapposizione”.

Denuncio Razza e Musumeci

La risposta di De Luca non si è fatta attendere e, nella consueta diretta Facebook, ha annunciato: “Ho dato mandato ai miei legali di denunciare l’assessore Ruggero Razza e il presidente Nello Musumeci per la diffusione di pandemia colposa a Messina, perché con i loro comportamenti omissivi ,e con l’obiettivo di salvaguardare il manager dell’Asp di Messina, hanno causato un aumento esponenziale dei positivi in città”.

“Non funzionando difatti – ha aggiunto – il servizio dell’Asp per la raccolta dei rifiuti covid, molti li hanno buttati nella spazzatura comune contribuendo all’aumento della pandemia”.

“In queste settimane da ottobre a gennaio – ha concluso – non hanno tra l’altro aumentato i posti letto in terapia intensiva per il Covid a Messina e provincia”.

De Luca risponderà di calunnia

“Bene la decisione del sindaco De Luca di querelarmi” ha commentato Razza.

“Così – ha affermato l’assessore alla Salute – risponderà, tra l’altro, di calunnia. Non vedo l’ora”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684