Covid, l'annuncio del medico negazionista: "Sarò l'ultimo a vaccinarmi" - QdS

Covid, l’annuncio del medico negazionista: “Sarò l’ultimo a vaccinarmi”

Web-al

Covid, l’annuncio del medico negazionista: “Sarò l’ultimo a vaccinarmi”

Web-al |
martedì 23 Novembre 2021 - 17:58

Le dichiarazioni di Pasquale Mario Bacco, medico legale e ricercatore, componente dell'associazione 'L'Eretico', che dalla prima ora cavalca il fronte anti-vaccino Covid-19

“Movimento” No-Green Pass e No-Vax in Italia” a oggi ha fallito, non abbiamo ottenuto nulla e sono stati commessi tanti errori, il primo è che non siamo riusciti a organizzarci meglio”. Così all’Adnkronos Salute Pasquale Mario Bacco, medico legale e ricercatore, componente dell’associazione ‘L’Eretico’, che dalla prima ora cavalca il fronte anti-vaccino Covid-19. “Sabato a Roma al Circo Massimo c’erano personaggi assurdi, persone che non c’entrano nulla con le nostre battaglie per la libertà. Se arriverà la stretta sul Green Pass perderemo tutto”.

“Voglio essere l’ultimo a cadere”

Alla domanda se ha deciso quindi di vaccinarsi contro il Sars-CoV-2, Bacco risponde che “in molti si vaccineranno, ma io voglio essere l’ultimo a cadere”. E poi, con voce amareggiata, si scaglia contro chi – secondo lui – “è salito sul palco durante le ultime proteste, ma si era immunizzato già da tempo”. Il medico da sempre contro il vaccino anti-Covid, ma non contro le vaccinazioni, oggi è deluso.

“Mi dispiace perché ci sono tante persone che in questo momento con il Covid e l’influenza si ritroveranno sole, impaurite e senza la possibilità di chiedere aiuto – lamenta Bacco – Purtroppo i vari movimenti hanno fatto errori madornali: abbiamo accolto i fascisti a braccia aperte e non siamo stati in grado di fare fronte comune. Sono tantissime le persone arrabbiate e lo saranno ancora di più quando arriveranno i vaccini per i bambini”. Il medico, sospeso dall’Ordine di Salerno per non aver rispetto l’obbligo a vaccinarsi, ancora lavora. “Per il momento riesco ancora a lavorare – conclude – ma nell’ultimo mese è arrivata una raffica di sospensioni. Sono diventati più aggressivi, sarà dura andare avanti”. (ADNKRONOS).

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684