Covid nelle scuole, a Palermo positivo assistente dell’infanzia - QdS

Covid nelle scuole, a Palermo positivo assistente dell’infanzia

web-dr

Covid nelle scuole, a Palermo positivo assistente dell’infanzia

web-dr |
martedì 26 Gennaio 2021 - 19:01

Mentre cala il tasso di positività, in un istituto di Palermo si registra un nuovo contagio al virus. Il gruppo di Fb Genitori Pro Dad da giorni s'interroga sulla sicurezza della scuola in presenza.

Positivo al Covid un assistente all’infanzia in una scuola di Palermo, e crescono sempre più i dubbi se sia sicuro mandare i figli a scuola in questo periodo storico.

A lanciare l’appello le mamme e i papà del gruppo Facebook Genitori Pro Dad. Un nuovo contagio nelle scuole, sempre più ‘incubatrici’ del virus, questa volta a Palermo presso una scuola per l’infanzia. Ad essere contagiato un assistente dell’infanzia, a contatto con docenti, alunni e altri collaboratori scolastici. Non è da escludere che il virus si sia propagato nell’istituto e per tale ragione, oggi, gli studenti sono entrati alle ore 10:30 per consentire la sanificazione dei locali.

Note dolenti, queste, che minano agli intenti della Sicilia di passare da zona rossa ad arancione dal 31 gennaio. Con il passare delle ore, infatti, aumentano le speranze dell’isola di cambiare colore entro fine mese, dato il drastico calo del tasso di positività nelle ultime due settimane; sarà decisivo, in tal senso, il monitoraggio Iss del 29 gennaio.

Tuttavia il tema scuole continua a destare forti preoccupazioni, spaccando in due i pareri dell’opinione pubblica in merito. Se da un lato vivaci nicchie sui social (come i Genitori Pro Dad) continuano a lottare per la sicurezza dei loro figli, dall’altro lato sono forti le spinte sociali verso un ritorno alla normalità.

In questa tensione dicotomica tra poli opposti, il Presidente della Regione Siciliana vede uno spiraglio di luce: “La zona rossa non è stata un capriccio ma una necessità – ha detto ieri Musumeci -. Pensate che eravamo arrivati a 1.970 contagi e 40 decessi in un giorno. Siamo alla seconda e ultima settimana di questo provvedimento e per fortuna i dati cominciano a essere incoraggianti, anche se il numero dei morti rimane purtroppo ancora alto. Io sono fiducioso: se il calo dovesse restare costante alla fine di questa settimana potremmo lasciare la zona rossa e tornare a ‘respirare’ nella ‘zona arancione“.

Gioacchino Lepre

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684