Covid, Unicef: 40 milioni di bimbi senza istruzione prescolare - QdS

Covid, Unicef: 40 milioni di bimbi senza istruzione prescolare

redazione

Covid, Unicef: 40 milioni di bimbi senza istruzione prescolare

giovedì 23 Luglio 2020 - 00:00

ROMA – Secondo una nuova ricerca pubblicata dall’Unicef, almeno 40 milioni di bambini nel mondo non hanno ricevuto un’istruzione prescolastica negli anni cruciali di prima di andare a scuola, dato che, a causa del Covid-19, sono state chiuse le strutture per l’assistenza ai bambini e questo tipo di istruzione. Realizzato dal Centro di Ricerca Innocenti dell’Unicef, lo studio esamina lo stato dell’assistenza all’infanzia e della formazione della prima infanzia a livello globale e include un’analisi dell’impatto delle chiusure diffuse di questi servizi vitali per le famiglie a causa del Covid-19.

Le interruzioni dell’istruzione causate dalla pandemia di Covid-19 stanno impedendo ai bambini di iniziare al meglio la loro istruzione”, ha dichiarato il direttore generale dell’Unicef, Henrietta Fore. “L’assistenza all’infanzia e l’istruzione prescolastica costruiscono una base su cui si basa ogni aspetto dello sviluppo dei bambini. La pandemia sta mettendo queste fondamenta in serio pericolo”.

Le chiusure hanno anche messo in luce una crisi più profonda per le famiglie con bambini piccoli, soprattutto nei Paesi a basso e medio reddito, molti delle quali non potevano già accedere ai servizi di protezione sociale. L’assistenza all’infanzia è essenziale per fornire ai bambini servizi integrati, affetto, protezione, stimolo e nutrizione e, allo stesso tempo, consentire loro di sviluppare competenze sociali, emotive e cognitive.

Prima della pandemia di Covid-19, strutture di assistenza all’infanzia e di istruzione prescolastica, economicamente insostenibili, di scarsa qualità o inaccessibili, costringevano molti genitori a lasciare i bambini piccoli in ambienti insicuri e poco stimolanti in un momento critico del loro sviluppo, con oltre 35 milioni di bambini al di sotto dei cinque anni a livello globale lasciati a volte senza la supervisione di un adulto. Su 166 paesi, meno della metà fornisce programmi di istruzione prescolastica gratuita di almeno un anno, scendendo ad appena il 15% tra i paesi a basso reddito. Molti bambini piccoli che rimangono a casa non ricevono il supporto ludico e di apprendimento precoce di cui hanno bisogno per uno sviluppo sano. In 54 Paesi a basso e medio reddito con dati recenti, circa il 40% dei bambini di età compresa tra i 3 e i 5 anni non riceve stimoli socio-emotivi e cognitivi da nessun adulto della propria famiglia.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684