Covid, vaccinazioni 70enni, Italia in coda in un'Europa già lenta - QdS

Covid, vaccinazioni 70enni, Italia in coda in un’Europa già lenta

web-dr

Covid, vaccinazioni 70enni, Italia in coda in un’Europa già lenta

web-dr |
giovedì 01 Aprile 2021 - 12:26

Gimbe: "Nella fascia di età tra 70 e 79 anni solo 106 mila persone immunizzate. Peggio solo di Bulgaria, Lituania e Finlandia. Intanto l'Oms richiama l'Europa per l'eccessiva lentezza vaccinazioni"

Nella fascia tra 70 e 79 anni
risultano esser stati immunizzate solo 106mila persone, numeri che in
Europa ci pongono in coda alla classifica, avanti solo a Bulgaria, Lituania e
Finlandia.

E’ quanto emerge dal nuovo
monitoraggio della Fondazione Gimbe che sottolinea anche come al netto
di ritardi di notifica, risultano consegnate alle Regioni 11.247.180 dosi, pari
al 71,7% delle dosi previste per il primo trimestre 2021.

Al 31 marzo (aggiornamento ore 15.31) hanno completato il ciclo vaccinale con la seconda dose 3.143.159 milioni di persone (5,3% della popolazione), con marcate differenze regionali: dal 6,9% della Provincia Autonoma di Bolzano al 3,9% della Sardegna.

“Le notevoli eterogeneità – afferma Renata Gili, responsabile Ricerca sui Servizi sanitari della Fondazione – riflettono sia una differente capacità organizzativa, sia un eccesso di autonomia delle Regioni nella scelta delle categorie prioritarie da vaccinare”.

In particolare, per ciò che riguarda
i più fragili: degli oltre 4,4 milioni, di over 80 1.274.567 (28,8%)
hanno completato il ciclo vaccinale e 1.212.019 (27,4%) hanno ricevuto solo la
prima dose, con le consuete rilevanti differenze regionali.

Nella fascia 70-79 anni, degli oltre
5,9 milioni, solo 106.506 (1,8%) hanno completato il ciclo vaccinale e 481.418
(8,1%) hanno ricevuto solo la prima dose.

Infine, tra le persone a elevata fragilità
(soggetti estremamente vulnerabili e portatori di disabilità gravi): anche se
individuati dal piano vaccinale come categoria prioritaria subito dopo gli over
80, “al momento la rendicontazione del database ufficiale non prevede una
specifica categoria” spiega Gimbe.

Proprio questa mattina l’Organizzazione
mondiale della Sanità
si era lamentata della lentezza nelle vaccinazioni
in Europa
, esprimendo in in una nota il malcontento: “Il ritmo delle
vaccinazioni anti Covid in Europa è di una lentezza “inaccettabile”

“I
vaccini rappresentano il nostro modo migliore per uscire da questa pandemia…
Tuttavia, il lancio di questi vaccini è inaccettabilmente lento” e
“sta prolungando la pandemia”, ha comunicato il direttore dell’Oms
per l’Europa, Hans Kluge.

L’attuale
impennata dei casi di coronavirus in Europa è “la più preoccupante”
da diversi mesi, ha dichiarato l’Oms.

Tag:

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001