Covid, Musumeci: "Vaccino ai bambini atto d'amore verso i figli" - QdS

Covid, Musumeci: “Vaccino ai bambini atto d’amore verso i figli”

Web-al

Covid, Musumeci: “Vaccino ai bambini atto d’amore verso i figli”

Web-al |
giovedì 16 Dicembre 2021 - 13:05

Il presidente della Regione e il commissario per l'emergenza Covid nella provincia di Palermo Costa presenti all'apertura dell'hub della Fiera del Mediterraneo per la vaccinazione dei bambini

“Oggi potremmo segnare la fine dell’inizio della pandemia, perché vaccinando questa fascia siamo nelle condizioni di aver completato tutte le fasce delle persone vaccinabili“. Così il commissario straordinario per l’emergenza covid nella provincia di Palermo, Renato Costa, a margine dell’evento di apertura del padiglione dell’hub della Fiera del Mediterraneo dedicato alle vaccinazioni per la fascia 5-11 anni. “È importante proteggere i bambini perché in questo momento sono l’unico bersaglio, visto che il virus ‘rimbalza’ sui vaccinati”.

La variante Omicron

Sulle altre fasce Costa ha aggiunto: “Abbiamo ormai raschiato il barile, abbiamo delle ottime percentuali di vaccinati”. Infine sui casi della variante omicron: “Siamo moderatamente preoccupati perché è una variante diffusiva, molto più contagiosa delle altre, però non sembra avere particolarmente aggressività ma bisogna stare ugualmente in guardia e attenti cercando di bloccare qualsiasi caso e soprattutto di tracciarlo nel modo più completo possibile, cosa che noi facciamo regolarmente su tutti”.

Le dichiarazioni di Nello Musumeci

“Invito a compire un atto di amore nei confronti dei propri figli, nei confronti dei bambini che stanno dimostrando di essere più coraggiosi dei grandi, degli adulti”. Così il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, a margine dell’evento di apertura del padiglione dell’hub della Fiera del Mediterraneo dedicato alle vaccinazioni per la fascia 5-11 anni. “È importante prevenire – ha aggiunto Musumeci -. In Sicilia siamo lontani dalla zona di emergenza e per questo dobbiamo attrezzarci per sperare di restare lontani. I bambini sono più fragili, più vulnerabili e coprire la fascia dai 5 agli 11 anni diventa un passaggio fondamentale in questa vasta campagna di prevenzione che, almeno fino ad ora, ci ha tenuti esclusi dalle particolari emergenze che si registrano in altre regioni italiane. Voglio fare appello alle famiglie a non avere assolutamente alcun timore, anzi l’unico timore che dobbiamo alimentare è nei confronti del virus, non del vaccino. Avanti con le prenotazioni, mettiamo al sicuro anche i nostri bambini e potremmo guardare al Natale e alle festività con ragionevole serenità, pur nell’assoluto rispetto delle norme”.

Prudenza e rispetto delle regole

“La situazione di tranquillità può mutare da un’ora all’altra, quindi massima prudenza nel rispetto delle regole”. Così il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, a margine dell’evento di apertura del padiglione dell’hub della Fiera del Mediterraneo dedicato alle vaccinazioni per la fascia 5-11 anni. “Il Natale possiamo viverlo nel calore della famiglia, evitando le tavolate e gli assembramenti – ha sottolineato Musumeci -. Del resto, se si dovesse tornare a chiudere, sarebbe davvero una iattura per l’economia siciliana e anche per la condizione di vita di ciascuno di noi. Andiamo avanti così: prudenza, vaccini e terza dose. Stiamo crescendo anche con le prime dosi, la fascia dei no vax si sta per fortuna assottigliando. Mi auguro che tutti possano convincersi che al vaccino non c’è alternativa”.

Stato di emergenza

Draghi ha prorogato lo stato di emergenza? Sono d’accordo sul fatto che l’emergenza, almeno fino al mese di marzo, in modo da consentirci di completare la campagna di vaccinazione che abbiamo già avviato”. Così il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci. “Il nostro sistema sanitario regge benissimo, l’impegno dei medici e dei liberi pediatri è assolutamente fondamentale – ha spiegato Musumeci -. Li voglio ringraziare, insieme ai medici di famiglia, perché con il loro supporto, col loro contributo, mettiamo al sicuro la salute della nostra comunità”.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684