Variante Omicron in Italia, è pericolosa? Cosa sappiamo sull'ultima variante Covid - QdS

Variante Omicron in Italia, è pericolosa? Cosa sappiamo sull’ultima variante Covid

web-mp

Variante Omicron in Italia, è pericolosa? Cosa sappiamo sull’ultima variante Covid

web-mp |
domenica 28 Novembre 2021 - 11:00

Omicron ha molte più mutazioni della variante Delta, i ricercatori: "Ulteriori studi ci diranno se questo adattamento è neutro, meno pericoloso, o più pericoloso"

La nuova variante Omicron del coronavirus “provoca una malattia leggera senza sintomi importanti“. A sostenerlo è Angelique Coetzee, presidente della Associazione dei medici del Sudafrica, Paese da cui proviene la variante e che l’ha isolata. Intanto la variante è giunta anche nel nostro Paese: è stata riscontrata in un dirigente 55enne che è rientrato un paio di settimane fa dal Mozambico.

La foto mostra la struttura terziaria, naturale, della proteina spike della variante nuova e della Delta

Ecco la prima foto al mondo della variante Omicron, un lavoro svolto nell’area di ricerca di Medicina Multimodale del Bambino Gesù (coordinata dal professor Carlo Federico Perno), con la diretta supervisione della professoressa Claudia Alteri (in collaborazione con l’Università Statale di Milano), da Valentino Costabile, Rossana Scutari, e Luna Colagrossi

La foto mostra la struttura terziaria, naturale, della proteina spike della variante Omicron, a destra, e della variante Delta, a sinistra, rispetto alla spike originale di SARS CoV-2. I pallini rossi indicano le aree ad altissima variabilità, quelli arancioni ad alta variabilità, quelli gialli a media variabilità, quelli verdi a bassa, e quelli celesti a scarsa variabilità. La zona grigia è quella che non varia.

Si vede chiaramente che la variante omicron ha molte più mutazioni della variante delta (già di per sè molto variata), concentrate soprattutto in una zona della proteina che interagisce con le cellule umane.

Questo non significa in automatico che tali variazioni siano più pericolose, semplicemente che il virus si è ulteriormente adattato alla specie umana generando un’ulteriore variante. Ulteriori studi diranno se questo adattamento è neutro, meno pericoloso, o più pericoloso.

Omicron, sintomi covid insoliti e caratteristiche

In un’intervista alla Bbc la presidente dell’Associazione, Angelique Coetzee, spiegando che la ricerca sulla variante è ancora in una fase iniziale, ha detto che “i pazienti si lamentano principalmente di un corpo dolorante e stanchezza, estrema stanchezza, e lo vediamo nelle giovani generazioni, non nelle persone anziane“. La Coetzee ha sottolineato che solo il 24% della popolazione del Paese è completamente vaccinato.

Omicron, Lamorgese, “ancora più importanti terze dosi e mascherine”

“Bisognerà vedere se la variante Omicron è più contagiosa. Al momento sembra che i vaccini mantengono la loro forza. Adesso è dunque più importante che mai fare la terza dose quanto prima e la massima prudenza da parte dei cittadini: mascherina e distanziamento”. Lo ha detto il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese.

Lamorgese, “domani riunione con prefetti per piano controlli”

Dopo il decreto legge che ha introdotto il green pass rafforzato “noi faremo tutti i controlli necessari. Domai incontrerò i prefetti con il capo della polizia, i comandanti generali di Carabinieri e Guardia di finanza per predisporre i piani che i prefetti possono attuare sui territori”. Lo ha detto il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, che ha sottolineato, “il momento della responsabilità. Per passare in modo sereno il periodo natalizio dobbiamo fare la nostra parte”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684