Covid-19, arrivati i tamponi per i brontesi in quarantena - QdS

Covid-19, arrivati i tamponi per i brontesi in quarantena

redazione

Covid-19, arrivati i tamponi per i brontesi in quarantena

mercoledì 08 Aprile 2020 - 00:00
Covid-19, arrivati i tamponi per i brontesi in quarantena

Dopo i ritardi nella consegna il sindaco ha chiesto all’Asp di “accelerare l’iter”

BRONTE – Finalmente sono arrivati nel distretto sanitario di Bronte i tamponi per coloro che, tornati dall’estero o dalle zone rosse, sono rimasti in quarantena.

Non basta, infatti, far trascorrere 14 giorni, i decreti impongono che è possibile uscire dalla quarantena solo dopo che il tampone rino-faringeo ha accertato la negatività al coronavirus. A causa dei ritardi nella consegna all’Asp dei tamponi, per qualche giorno in tanti a Bronte hanno temuto di dover rimanere in isolamento a lungo.

Per risovolre questa problematica, il sindaco di Bronte, Graziano Calanna, ha inviato una lettera al direttore generale dell’Asp 3 di Catania, Maurizio Lanza, chiedendo di “accelerare l’iter”. Ma non solo.

La vicenda è arrivata pure a Palermo, tant’è che i deputati regionali del Pd, Anthony Barbagallo, Giuseppe Lupo, Giuseppe Arancio, Michele Catanzaro, Antonio Cracolici, Francesco De Domenico, Emanuele Dipasquale e Baldassarre Gucciardi hanno presentato un’interrogazione al parlamento siciliano. Adesso i test per il covid-19 sono arrivati. L’Asp ha già effettuato 50 tamponi.
“Ringrazio il direttore dell’Asp 3 di Catania, Maurizio Lanza, per aver accolto velocemente il mio appello” ha affermato il sindaco di Bronte, Graziano Calanna. “Ringrazio anche i deputati del Pd per aver portato fino a Palazzo dei Normanni la preoccupazione mia e di tanti brontesi che, dopo essersi messi in quarantena fiduciaria come imponevano lo i decreti, temevano di dover rimanere ancora a lungo in isolamento a causa della difficoltà a reperire i tamponi”.

Ad una notizia positiva se ne aggiunge un’altra che fa ben sperare. Il Comune di Bronte, infatti, dopo aver partecipato con successo ad un bando europeo, ottenendo un finanziamento di 15 mila euro, ha realizzato dieci hotspot Wi-fi che permetteranno ai brontesi ed ai turisti di collegarsi gratuitamente ad internet dai seguenti luoghi pubblici: dal Parco Urbano di viale Cavalieri di Vittorio Veneto, dagli Impianti Sportivi di via Dalmazia, dalle piazze Rosario, Spedalieri, Saitta, Castiglione, dalle vie Sterope ed Arcangelo Spedalieri e dai viali Catania e Della Regione. “Oggi queste piazze sono deserte – ha spiegato il primo cittadino – ma l’augurio è che al più presto in tanti, e nuovamente insieme, si possa usufruire di questo nuovo servizio”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684