La Croazia apre ai turisti stranieri come destinazione sicura - QdS

La Croazia apre ai turisti stranieri come destinazione sicura

web-dr

La Croazia apre ai turisti stranieri come destinazione sicura

web-dr |
mercoledì 28 Luglio 2021 - 11:07

Secondo il Centro Europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC), la Croazia è la destinazione più sicura nel Mediterraneo. Le richieste sono in costante crescita e gli arrivi di luglio confermano che si tratta di una destinazione turistica responsabile e sicura.

In vista della stagione – sottolinea il ministro del Turismo e dello Sport della Repubblica di Croazia Nikolina Brnjac – abbiamo creato tutti i presupposti per garantire un soggiorno senza problemi ai nostri ospiti, dagli spostamenti turistici facilitati, al progetto ‘Soggiorno sicuro in Croazia’ e ulteriori opportunità per testare i turisti al ritorno dalla vacanza. Ad esempio, abbiamo realizzato più di 350 punti dove è possibile effettuare i test sierologici nelle località turistiche (vedi https://www.safestayincroatia.hr/datastore/filestore/11/COVID-info-tal.pdf)

In più la Repubblica di Croazia cofinanzia i test antigenici per i turisti. Molti hotel e campeggi offrono ai propri ospiti la possibilità di effettuare test senza folla e senza lasciare la struttura dove alloggiano. E ancora il 70% dei lavoratori del settore turistico sono vaccinati e i turisti che visitano la Croazia, se lo desiderano, possono essere vaccinati in Croazia negli stessi luoghi della popolazione locale.

Attualmente ci sono circa 860.000 turisti in Croazia, di cui circa 740.000 stranieri, a riprova che la Croazia è percepita dai turisti stranieri come una destinazione turistica sicura e ben preparata.

La maggior parte dei turisti si trova attualmente nella regione dell’Istria, Quarnaro, Spalato-Dalmazia e Zara, e in termini di località, la maggior parte degli ospiti si trova a Rovigno, Vir, Parenzo, Medulin e Umago.

“Abbiamo una situazione epidemiologica stabile e severi controlli e sorveglianza sono in corso lungo l’intera costa croata – ha concluso il ministro – Accogliamo con favore la stagione pienamente preparati e invitiamo ad un comportamento responsabile e al rispetto delle misure epidemiologiche in modo che tutti possano godersi una vacanza sicura e piacevole in Croazia”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684

x