Da Palazzo D’Orleans alla Villa del Casale, maxi piano per tagliare i consumi energetici - QdS

Da Palazzo D’Orleans alla Villa del Casale, maxi piano per tagliare i consumi energetici

Rosario Battiato

Da Palazzo D’Orleans alla Villa del Casale, maxi piano per tagliare i consumi energetici

martedì 11 Giugno 2019 - 00:04
Da Palazzo D’Orleans alla Villa del Casale, maxi piano per tagliare i consumi energetici

La Regione ha stanziato 30 milioni di euro per riqualificare oltre 100 immobili pubblici. Avviso per la creazione di una long-list di professionisti, c’è tempo fino al 3 luglio per iscriversi

PALERMO – La Regione punta al risparmio e alla sostenibilità, promuovendo la riqualificazione degli edifici di proprietà. In campo ci sono 30 milioni di euro per 111 interventi, indicati dalla Regione all’interno di un maxi piano per ridurre i consumi e ottenere di conseguenza anche uno sgravio dei costi energetici e un miglioramento delle prestazioni ambientali, mentre nei giorni scorsi sono stati comunicati i 154 enti locali che hanno superato la verifiche di ammissibilità e che accedono alla fase della valutazione del merito delle istanze a fronte di 120 milioni di euro di richieste e una dotazione che si ferma a 3,8 milioni.

EDIFICI REGIONALI: VIA AL PIANO. Un elenco con 111 interventi per 30 milioni di euro indicati dalla Regione che vuole rinnovarsi e innovare nel nome dell’efficienza energetica. Per operare in questa direzione, il dipartimento regionale dell’Energia ha pubblicato un avviso per la creazione di una long-list di professionisti da cui attingere per selezionare coloro che dovranno lavorare a supporto dell’attività di progettazione degli interventi. C’è tempo fino al 3 luglio per le istanze.

LE RISORSE. L’operazione sarà a carico dell’azione 4.1.1 dei Fondi comunitari 2014-2020 destinati a interventi di ristrutturazione degli edifici, all’installazione di sistemi intelligenti di telecontrollo e gestione dei consumi per la riduzione delle emissioni e per la produzione di energia da fonte rinnovabile. Attualmente il dipartimento sta comunque lavorando per ottenere altri 30 milioni di euro tramite il ricorso ai fondi stanziati dal Gestore dei servizi energetici con il cosiddetto Conto termico.

GLI EDIFICI INTERESSATI. Tra i nomi più noti, ci sono certamente Palazzo d’Orleans, l’immobile ex Empam, la sede dell’assessorato Attività produttive, l’ex caserma dell’Aeronautica militare di via Decollati a Palermo, il Cefpas di Caltanissetta, gli uffici del Genio civile delle varie province, il PalaRegione di Catania, il villino Verderame di Palermo. Altri novanta, invece, sono i siti coinvolti che fanno parte del grande patrimonio culturale dell’Isola, come la casa di Luigi Pirandello ad Agrigento, l’Antiquarium di Himera, la Villa del Casale di Piazza Armerina e altre importanti sedi e strutture sparse per l’Isola.

AIUTI ANCHE AI COMUNI. La prima fase della seconda finestra dell’Avviso pubblico finanziato dall’Azione 4.1.1 del PO FESR Sicilia 2014/2020, nell’ambito degli aiuti ai Comuni per l’efficientamento energetico negli edifici pubblici, ha visto il passaggio di 154 progetti (su 186 enti locali che hanno fatto richiesta) che adesso dovranno però essere valutati nel merito, considerando che c’è una disponibilità di 3,8 milioni a fronte di una richiesta che supera i 120 milioni di euro.

I SITI PROMOSSI. Le tipologie più comuni che hanno superato la prima fase sono le scuole sparse per tutta l’Isola e i locali da destinare a uffici o a Palazzo municipale. Non mancano anche strutture per anziani, teatri, palestre scolastiche. In tutti i casi si tratta ovviamente di interventi destinati all’efficientamento energetico.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684