Disabilità, Piemonte di Messina, avviato il terzo reparto per cerebrolesi gravi - QdS

Disabilità, Piemonte di Messina, avviato il terzo reparto per cerebrolesi gravi

redazione web

Disabilità, Piemonte di Messina, avviato il terzo reparto per cerebrolesi gravi

venerdì 19 Giugno 2020 - 09:39

Attivato nell’ospedale Piemonte dell’istituto centro neurolesi Bonino Pulejo il terzo reparto dedicato ai pazienti affetti da gravi cerebrolesioni acquisite, che conta 22 posti letto e che si aggiunge alle altre due unità, già attivate in precedenza a Messina.

Nell’unità, coordinata da Silvia Marino, un’area sarà destinata al reparto ‘Macchina dipendenti’ per i pazienti con patologie neurologiche gravi e progressive, come malattie neurodegenerative avanzate, demenza grave, parkinson in stadio avanzato, patologie neuromuscolari, distrofie muscolari e malattie del motoneurone, sclerosi laterale amiotrofica.

La presa in carico del disabile grave, assume un ruolo prioritario nella programmazione degli interventi sanitari e centrali sono il momento della valutazione e la formulazione di un progetto di cura e assistenza individuale,a tutela della dignità della persona. L’istituto Bonino Pulejo ha dispositivi innovativi come le carrozzine verticalizzanti, a cui verranno associati una serie di moduli, in funzione dello stato clinico del paziente e delle singole necessità.

Per coloro che necessiteranno assistenza respiratoria saranno previsti moduli per la ventilazione meccanica assistita, monitor multi-parametrici di ultima generazione e puntatore oculare per la movimentazione della carrozzina stessa. ‘Macchina dipendenti’ è un progetto del Ministero della Salute a cui l’équipe della ricerca del Bonino Pulejo, guidata dal direttore scientifico Placido Bramanti lavora da tempo.

L’obiettivo è il miglioramento della qualità di vita di soggetti disabili con malattia neurologica progressivamente invalidante e la formazione specifica del ‘caregiver’, attraverso la creazione di percorsi assistenziali individuali sia clinici che riabilitativi, sia in regime di ricovero che in teleassistenza domiciliare h24, con un team multidisciplinare, composto da figure specializzate.

Una prima presentazione di alcuni dispositivi come la carrozzina verticalizzante, era già avvenuta la scorsa estate in occasione del 40° Meeting di Rimini, nello stand della Presidenza della Regione Siciliana, alla presenza del presidente Musumeci e dell’assessore alla Salute Razza.

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684