Dissesto idrogeologico, Ragalna, un progetto per vallone Rosario - QdS

Dissesto idrogeologico, Ragalna, un progetto per vallone Rosario

Web-mp

Dissesto idrogeologico, Ragalna, un progetto per vallone Rosario

Web-mp |
mercoledì 14 Luglio 2021 - 09:29

Gli interventi che negli ultimi decenni sono stati effettuati per mettere in sicurezza, a Ragalna nel Catanese, il vallone Rosario non hanno risolto in via definitiva il problema del rischio idraulico. In assenza di un progetto esecutivo che individui le criticità esistenti e le migliori soluzioni tecniche, l’emergenza rimane piu’ che presente. Per sopperire a questa mancanza, la Struttura contro il dissesto idrogeologico, guidata dal governatore Nello Musumeci, ha finanziato e aggiudicato le indagini geologiche e geotecniche.

Questo il responso di gara: sarà un raggruppamento temporaneo di professionisti coordinato dalla Ab2 engineering progettazione e costruzione srl di Catania a eseguirle, in virtu’ di un ribasso pari al 47,3 per cento. L’obiettivo è quello di restituire la piena fruibilità di un’area molto estesa e che ha una classificazione di rischio molto elevata.

Quella che riguarda il torrente stagionale Rosario è una problematica antica. Il canale attraversa da nord a sud l’intero paese per oltre dieci chilometri. La parte più critica è quella che taglia il centro abitato: sette chilometri nei quali la manutenzione ordinaria non è più sufficiente a garantire i residenti dai pericoli. Importanti e numerose le strutture pubbliche che si trovano ai lati del vallone.

Tra queste il municipio, impianti sportivi, i locali della guardia medica, ma anche edifici privati e scuole. Colture e terreni si estendono infine lungo il tracciato.

In occasione di piogge abbondanti, le esondazioni dovute a ostruzioni e a restringimenti del corso d’acqua sono un rischio concreto per l’incolumità pubblica e per i collegamenti.

Il progetto, che ha come obiettivo quello di proteggere i luoghi da smottamenti e frane del vallone, prevede opere di pulitura, il ripristino e la manutenzione della sede dell’alveo con la sistemazione di quote e sezioni, ma anche la ricostruzione della fondazione del letto e l’adeguamento del profilo dell’impluvio.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684

x