Docente sospesa: anche Bussetti vuole incontrarla - QdS

Docente sospesa: anche Bussetti vuole incontrarla

redazione

Docente sospesa: anche Bussetti vuole incontrarla

domenica 19 Maggio 2019 - 10:25
Docente sospesa: anche Bussetti vuole incontrarla

Giovedì a Palermo con Salvini, lodato per la sua sensibilità dal ministro (leghista) dell'Istruzione. Di Maio, "Lo Stato si ravveda". Martedì Teacher Pride. Continuano a volare le petizioni on line

Sono in tanti in questi giorni a riscontrare una certa confusione nei comportamenti del capo della Lega Nord Matteo Salvini, che ieri, dopo aver parlato a Milano accanto a Marine Le Pen ha detto “non siamo l’ultradestra”.
E questo dopo aver consentito che una sua biografia fosse pubblicata da Altaforte, vicina a Casapound – il movimento di estrema destra coinvolto nei recenti scandali di Torre Maura e dello stupro di Viterbo – e di proprietà di Francesco Polacchi, capo della società Sca2080, editrice anche della testata “Il primato nazionale”, che si definisce “sovranista”. Come si ricorderà la Altaforte venne esclusa dal Salone del Libro di Torino e Polacchi fu indagato dalla magistratura per aver dichiarato di essere fascista e di considerare l’antifascismo il male assoluto.

In questo quadro va inserita la ridda di commenti dell’ultradestra in difesa di Salvini dopo che era bastata la segnalazione di un militante di destra sui social per far sospendere per due settimane dall’ufficio scolastico provinciale di Palermo la professoressa Rosa Maria Dell’Aria, 63 anni, da quaranta insegnante di italiano e storia e da trenta docente nell’istituto industriale Vittorio Emanuele.

Sul tweet del militante di destra si leggeva: “Salvini-Conte-Di Maio? Come il reich di Hitler, peggio dei nazisti. Succede all’Iti Vittorio Emanuele III di Palermo, dove una prof per la Giornata della memoria ha obbligato dei quattordicenni a dire che Salvini è come Hitler perché stermina i migranti. Al Miur hanno qualcosa da dire?”.

Il giorno dopo la sottosegretario leghista ai Beni culturali Lucia Borgonzoni avrebbe risposto su Facebook: “Se è accaduto realmente andrebbe cacciato con ignominia un prof del genere e interdetto a vita dall’insegnamento. Già avvisato chi di dovere”.

In Italia si è dunque scatenata un’autentica bufera di accuse su Salvini, sul ministro leghista Marco Bussetti e su tutto il partito praticamente da tutte le forze politiche, M5s compreso.

Ed esclusa l’estrema destra: tra coloro i quali sono accorsi in aiuto di Salvini c’è stato persino Roberto Fiore, segretario nazionale del movimento di estrema destra Forza Nuova, affermando “bisogna salvare la scuola e le Università italiane” che “stanno abbandonando la cultura del nostro Paese a una banda di persone anti italiane e anti cristiane, amanti del pensiero nullo”.

Ma troppo forti sono state le reazioni, tanto che ieri il ministro dell’Interno ha detto di augurarsi “che la professoressa Dell’Aria possa tornare quanto prima al suo lavoro a scuola” proponendole un incontro – da lei accettato – giovedì prossimo a Palermo.

Tutti si chiedono se all’incontro sarà presente Marco Anello, provveditore di Palermo autore del provvedimento di sospensione della professoressa e che ha dichiarato “La libertà di espressione conosce anche dei limiti”

Di certo ci sarà il ministro Bussetti, che ieri ha dichiarato “La scuola deve costruire coscienze critiche, è un suo obiettivo: qui c’entra la libertà di insegnamento prevista dalla Costituzione, e i nostri ragazzi ragionano, non si fanno condizionare”.

Infine, lodando la sensibilità di Salvini ha aggiunto, “spero di essere con lui quando incontrerà la docente, voglio incontrarla anch’io”.

Insomma, ormai sono quasi tutti solidali con Rosa Maria Dell’Aria, che ieri ha ricevuto anche la telefonata di Luigi Di Maio, il quale le ha assicurato: “Farò di tutto perché lei venga reintegrata il prima possibile. Prima che lo Stato perda è bene che lo Stato si ravveda”.

Intanto, a conferma di come questa vicenda abbia colpito gli italiani, continuano a volare le due petizioni on line lanciate nei giorni scorsi.

In 150 mila hanno firmato la prima petizione di solidarietà in suo favore, e oltre 66 mila hanno aderito alla raccolta di firme lanciata ieri dal segretario del Pd Nicola Zingaretti perché la docente torni al lavoro.

Tante, poi, le iniziative.

Martedì alle 11 si svolgerà in tutt’Italia il Teacher Pride: a lanciare l’iniziativa sono stati i docenti del Liceo Anco Marzio di Ostia “indignati per la grave ingiustizia subita dalla professoressa Rosa Maria Dell’Aria, convinti che l’azione punitiva da lei subita ha leso i principi fissati dalla Costituzione”.

Docenti e studenti del liceo propongono che “ogni insegnante, studente, cittadino che voglia riaffermare la libertà di pensiero e di insegnamento, dovunque si trovi, martedì prossimo alle 11, interrompa le proprie attività per leggere gli articoli 21 e 33 della Costituzione italiana”.

Inoltre un consigliere regionale pugliese, Gianni Liviano (gruppo Misto), ha annunciato che si autosospenderà “simbolicamente dal ruolo di consigliere da martedì 21 maggio a lunedì 27 maggio”, e donerà “la quota parte” della sua “retribuzione, relativa alla settimana considerata, in beneficenza”.

Un commento

  1. osservatore ha detto:

    Incontrarla? Bene, ma ha senso solo se si revoca la sanzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684