Enrico Varriale a processo per stalking e lesioni all'ex compagna, "Prove schiaccianti" - QdS

Enrico Varriale a processo per stalking e lesioni all’ex compagna, “Prove schiaccianti”

web-iz

Enrico Varriale a processo per stalking e lesioni all’ex compagna, “Prove schiaccianti”

web-iz |
lunedì 22 Novembre 2021 - 15:12

Picchiata, presa a calci e schiaffi, insultata, presa per il collo e perseguitata. Così l'ex compagna del giornalista più odiato dai tifosi juventini ha denunciato il suo aggressore

Enrico Varriale, che aveva respinto le accuse dell’ex compagna, va direttamente a processo per averla molestata, minacciata a e picchiata. Per lui nessuna udienza preliminare perché, secondo i magistrati, su di lui peserebbero “prove schiaccianti”.

Le accuse dell’ex compagna

L’ex vice direttore di Rai Sport è finito alla sbarra per stalking e lesioni personali a danno dell’ex compagna con la quale aveva una relazione dall’ottobre del 2020 e aveva iniziato una convivenza a Roma.

La donna ha raccontato di aver raggiunto il culmine dei danni subiti durante i campionati europei di calcio quando il giornalista viveva dei veri e propri scatti d’ira a causa della sua sostituzione in partita, del procedimento disciplinare a suo carico per aver violato la quarantena e per la mancata conferma dell’incarico di vicedirettore della testata giornalistica Rai Sport.

Dal nervosismo all’ira e dall’ira alla gelosia. Così Varriale avrebbe pensato bene di sbattere violentemente la compagna al muro, di percuoterla con calci e schiaffi, di afferrarla per il collo e di sottrarle il cellulare.

Dopo l’accaduto, la volontà di lei di interrompere la relazione e la ricerca ossessiva del telegiornalista di “riaverla”, alternando telefonate, messaggi, appostamenti sotto casa e insulti.
I traumi fisici della donna si sono risolti in pochi giorni, ma quelli dell’anima no. Ancora oggi Varriale ritiene di potersi difendere nel corso del processo che avrà inizio il prossimo gennaio, affermando che i fatti siano stati “amplificati”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684