Frate Camilliano morto in rogo tenda, ricordo della Diocesi - QdS

Frate Camilliano morto in rogo tenda, ricordo della Diocesi

web-la

Frate Camilliano morto in rogo tenda, ricordo della Diocesi

web-la |
lunedì 29 Novembre 2021 - 09:18

“Mercoledì 1 dicembre 2021 si celebra la Giornata mondiale per la lotta contro l’Aids. È un’occasione per ricordare la morte tragica avvenuta lo scorso 5 dicembre di Fratel Leonardo Grasso nella “Tenda San Camillo” di Riposto, che è una casa famiglia dei religiosi camilliani che soccorre e assiste i malati Aids”.

Lo afferma in una nota la Diocesi di Acireale ricordando che “la struttura è stata danneggiata da un incendio causato da un ospite della casa famiglia e fratel Leonardo a 78 anni è morto alle prime luci dell’alba avvolto dalle fiamme”. Fratel Carlo Mangione, direttore ufficio Comunicazioni sociali dei camilliani, quel giorno, alle 18.30, terrà un incontro su ‘Significato e senso della Giornata Mondiale contro l’Aids alla luce dell’esperienza della Tenda San Camillo’. “La nostra comunità – afferma il religioso – oltre a custodire la testimonianza silenziosa e feriale di fratel Leonardo, è impegnata con l’aiuto di amici e benefattori a riaprire la comunità per essere segno dell’amore di Dio per i piccoli e gli ultimi che restano i primi nel cuore di Dio”. Il vescovo di Acireale, Antonino Raspanti, venerdì 3 dicembre, alle 20.30, nella chiesa San Camillo di Acireale terrà la meditazione nella Veglia Eucaristica di preghiera per i malati di Aids e gli operatori sanitari, animata dai giovani camilliani in formazione. Il presule, ad un anno dalla tragica scomparsa di Fratel Leonardo, così lo ricorda: “La vita del religioso è stata indissolubilmente legata alla “Tenda San Camillo”, essendo stato lui stesso un pilastro della comunità che ospita tossicodipendenti, malati di Aids e persone senza fissa dimora”. “È doveroso, quindi – aggiunge mons. Raspanti – rievocare come esempio di virtù la figura del camilliano che ha offerto la propria vita a Dio attraverso il servizio agli ultimi e agli emarginati”. (ANSA).

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684