Furti di rame, Marsala, pm chiede cent'anni di carcere per quindici imputati - QdS

Furti di rame, Marsala, pm chiede cent’anni di carcere per quindici imputati

redazione

Furti di rame, Marsala, pm chiede cent’anni di carcere per quindici imputati

sabato 16 Novembre 2019 - 16:04

Condanne per oltre cento anni di carcere sono state invocate dal pm Niccolò Volpe per quindici persone, di Mazara del Vallo, Castelvetrano e Palermo, processate davanti il Tribunale di Marsala con le accuse di furto e ricettazione di cavi di rame.

Tra il 2007 e il 2008, le razzie di cavi elettrici contestate dall’accusa agli imputati provocarono diversi blackout in alcuni centri della provincia di Trapani (Mazara, Castelvetrano, Marsala, Salaparuta).

La pena più severa (13 anni di carcere) è stata chiesta per il palermitano Pietro Randazzo, di 37 anni.

Undici anni e mezzo ciascuno, invece, è stata la richiesta per i mazaresi Nicola Gennaro, di 42 anni, e Aldo Nicolosi, di 43.

Le altre richieste del rappresentante della pubblica accusa vanno dai nove anni e 3 mesi di carcere, per il 33enne mazarese Antonello Sanfilippo, ai tre anni e 1800 euro di multa, per il 31enne romeno Dumitru Baziliuc.

Sarebbe stato proprio quest’ultimo, per gli inquirenti, l’esperto in “manomissione e taglio di cavi”.

A Mazara e Castelvetrano le “basi operative” dell’ organizzazione criminale. L’indagine, coordinata dalla Procura di Marsala, è stata svolta da polizia e carabinieri.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684