Galli, “La variante Delta è già in casa, non illudiamoci” - QdS

Galli, “La variante Delta è già in casa, non illudiamoci”

web-dr

Galli, “La variante Delta è già in casa, non illudiamoci”

web-dr |
mercoledì 16 Giugno 2021 - 11:01

Lo ha detto, durante la trasmissione Agorà, su RaiTre, Massimo Galli, direttore del dipartimento di Malattie Infettive dell'ospedale Sacco di Milano.

La presenza della variante Delta in questo momento in Italia “è probabile che sia sottostimata.

Servono maggiori investimenti e attività sul tracciamento e il sequenziamento, che per il momento si fa in modo parziale, sufficiente a dirci alcune cose ma non a coprire quanto sarebbe necessario”.

Lo ha detto, durante la trasmissione Agorà, su RaiTre, Massimo Galli, direttore del dipartimento di Malattie Infettive dell’ospedale Sacco di Milano, aggiungendo: “In Gran Bretagna, ad esempio, “hanno messo in piedi un consorzio di centri che è una macchina da guerra e sforna una quantità incredibile di sequenze. Noi, da questo punto di vista abbiamo il ruggito del topo, in confronto”.

La variante Delta, o indiana, ha aggiunto l’infettivologo, “si diffonde meglio di quella inglese. E’ una lotta, non è detto che si debba perdere. Chiaramente dobbiamo toglierci l’illusione che non ci sia in Italia e che da noi non arrivi, perché è evidente che l’abbiamo già in casa”.

I dati del vaccino anti-Covid su questa variante, ha proseguito, “dicono che dovrebbe proteggere contro il ricovero, la rianimazione e la morte, le tre cose più pesanti. Ma è meno efficace per proteggerci nei confronti dell’infezione”. E rispetto alla necessità di una terza dose, “secondo me conta molto la risposta immunitaria individuale”.

A ogni modo “il solo vaccino non garantisce il bollino verde”. “Alcuni tra gli ospedalizzati e i morti in Inghilterra infatti – ha concluso Galli – erano persone anche vaccinate con 2 dosi ma che non hanno risposto al vaccino. Perché c’è una piccola fetta di popolazione che non risponde al vaccino”.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684